fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsLos Angeles Clippers Clippers, infortunio al polso per Beverley ed epidemia d’influenza in spogliatoio!

Clippers, infortunio al polso per Beverley ed epidemia d’influenza in spogliatoio!

di Gabriele Melina

Durante l’ultimo incontro dei Los Angeles Clippers, tenutosi sabato notte contro gli Utah Jazz, sono accorsi una serie di infortuni per la corazzata losangelina. Primo fra tutti, quello di Patrick Beverley, causato da una caduta a seguito di un tentato appoggio a canestro contro Rudy Gobert.

Nonostante i primi segni di dolore sembravo interessare la zona del gomito, l’infortunio si è poi rivelato al polso destro. La point guard non ha riportato nessuna frattura, ma la gravità dell’infortunio è ancora tutta da definire.

In aggiunta, un’ondata d’influenza ha travolto lo spogliatoio dei Clippers, costringendo l’ala Montrezl Harrell ad abbandonare il palazzetto poco prima della palla a due. Secondo quanto riportato dalle due superstar Kawhi Leonard e Paul George, il virus avrebbe contagiato anche loro, condizionando le rispettive prestazioni sul parquet.

Rivers su Beverley:”Nessuna frattura, ma rimaniamo preoccupati”

L’infortunio di Beverley è accaduto nel corso del terzo quarto, ed è costato all’ex Houston Rockets l’immediata uscita dal campo. Pochi istanti dopo, lo staff medico ha effettuato una radiografia, la quale non ha rilevato gravi lesioni ossee. E’ bastato ciò a riaccendere lo spirito guerriero della point-guard, che non ha esitato a rientrare in gioco nel periodo conclusivo. Purtroppo, il dolore provato era troppo intenso per sostenere i ritmi di un incontro NBA, perciò, il giocatore ha deciso di recarsi definitivamente negli spogliatoi.

Ad esprimere alcune considerazioni sulla serietà dei fatti, è stato il capo allenatore Doc Rivers.

Sappiamo che non è presente alcuna frattura, ma non sarà questo a determinare la sua presenza in campo. Patrick aveva la sensazione di non essere  grado neanche di afferrare il pallone, e questo non è di certo un buon segno. Rimarremo molto attenti alle sue condizioni, sperando riguardi solo poche partite da saltare

L’epidemia che ha coinvolto lo spogliatoio Clippers

Ad aver causato il maggior numero di “vittime”, è stata una forma d’influenza diffusasi tra alcuni dei giocatori presenti allo Staples Center. Montrezl Harrell, Kawhi Leonard e Paul George sono tra coloro che sembravo averla contratta, condizionando di conseguenza un eventuale esito dell’incontro. Il primo, ha abbandonato il palazzetto circa un’ora prima dell’inizio del match, gli altri due invece, hanno preso parte alla serata, ma con esito poco positivo.

L’MVP delle scorse finali NBA ha chiuso con un 6 su 24 dal campo, ed 1 su 7 dalla lunga distanza; anche l’ex Oklahoma City Thunder non è stato impeccabile al tiro, come dimostra il suo sei su venti dal campo in 37 minuti di gioco. Al contrario, per gli Utah Jazz sono stati decisivi: Donovan Mitchell, autore di una prestazione da 30 punti, 7 rimbalzi e 9 assist, Bojan Bogdanovic con 17 punti a referto, Joe Ingles con 15, ed il nuovo arrivato Jordan Clarkson con 19, totalizzati grazie a sette canestri su tredici tentativi.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi