fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationApprofondimenti Tanking NBA: serve altro per cambiare il sistema americano

Tanking NBA: serve altro per cambiare il sistema americano

di Domenico Taverriti

Il Tanking NBA: è sempre stato un’ancora di salvataggio per le franchigie più sfortunate. Negli ultimi anni però, molte squadre hanno abusato di questa strategia incorrendo spesso e volentieri in richiami e multe salatissime.

Lo scopo del Tanking è quello di aggiudicarsi le migliori scelte al Draft NBA o meglio le migliori possibilità o percentuali di ottenere la prima scelta assoluta via draft lottery. Il motivo è semplice, cercano giovani capaci di far partire una ipotetica rifondazione o utilizzabili per trade molto importanti. Ovviamente, nel momento in cui le società attuano questa strategia decidono spontaneamente di abbandonare qualsiasi tipo di obiettivo sportivo immediato per concentrarsi solo sul futuro.

Tanking NBA

Tanking NBA: come cambiare il draft?

L’abbandono di obiettivi sportivi non può che diminuire lo spettacolo e con esso, gli incassi e introiti intorno alla competizione. Ultimo aspetto, ma non meno importante è di certo la morale sportiva, secondo la quale un giocatore qualsiasi non sarà mai contento di perdere naturalmente.

Questo per la lega NBA non è più accettabile e per questo, sono state apportate nuove modifiche al regolamento.

Le modifiche anti-tanking NBA

Quest’anno i 30 rappresentanti dei team NBA si sono riuniti per votare le nuove modifiche al regolamento. Su 30 in 28 hanno dato la conferma, trovando solo 2 opposizioni non sufficienti a fermare la procedura.

Nel vecchio modello, la squadra col peggior record a fine regular season aveva il 25% di possibilità di vincere la prima scelta assoluta nella Lottery di metà maggio, la seconda peggiore aveva il 19.9%, la terza il 15.6% e così via tutte le altre. Con il nuovo modello invece, le prime tre avranno tutte il 14% di avere la numero 1, mentre si alzano significativamente le probabilità per le squadre dalla posizione numero 4 alla numero 10. Fondamentalmente identiche invece le basse percentuali per le squadre dalla 11 alla 14.

Nel vecchio modello di Lottery venivano estratte solamente le prime tre posizioni, ora invece verranno estratte le prime quattro posizioni, rendendo decisamente meno probabile per le tre squadre dal peggior record la possibilità di finire in top-3. Possiamo dire quindi che il Tanking NBA sia stato in qualche modo limitato ? Siamo sicuri che non abbia invece esteso la possibilità a più squadre?

La nuova frontiera del Tanking NBA

Guardando il nuovo regolamento possiamo notare una cosa molto curiosa. Molte squadre di metà classifica, grazie alla ridistribuzione delle percentuali sulle scelte al Draft, avranno la possibilità di attuare il Tanking una volta preso atto dell’eliminazione dalla corsa playoffs.

Volendo fare un esempio, prendiamo in esame i New York Knicks di quest’anno, che dopo l’infortunio di Kristaps Porzingis grazie alle maggiori possibilità del nuovo regolamento che entrerà in vigore dal prossimo anno, avrebbero potuto perdere le ultime partite per un miglior posizionamento alla lottery (decisamente molto più alla portata degli anni precedenti). Ovvero essenzialmente una riduzione delle gare perse, ma ugualmente una strategia di perdere per ottenere scelte positive al draft. Una riduzione quindi eventualmente del fenomeno, ma non una sua scomparsa totale.

Per cercare di non finire in una situazione di Tanking NBA selvaggio la Lega ha deciso di intervenire anche sui riposi programmati. Adam Silver  avrà la possibilità infatti, di multare le squadre che tengono a riposo i propri giocatori sani per le partite che andranno in tv nazionale su ESPN, ABC e TNT. Questa regola limiterà i riposi e magari anche le sconfitte di alcune squadre, ma di certo dovrà essere implementata per arginare al meglio il Tanking. 

Lo stesso numero 1 della NBA ha dichiarato che questi sono solo i primi passi e che serve altro per sradicare un fenomeno presente nel mondo del basket americano. Cosa potrebbe tornare utile alla lega americana per migliorare anche sotto questo punto di vista?

 

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi