Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsBrooklyn Nets Brooklyn Nets, Claxton avverte: “Voglio una squadra da playoffs”

Brooklyn Nets, Claxton avverte: “Voglio una squadra da playoffs”

di Michele Gibin

I Brooklyn Nets hanno fatto in fretta con il nuovo allenatore, puntando su Jordi Fernandez dopo aver traccheggiato su Mike Budenholzer, perché il tempo per le scelte importanti è davvero poco.

Dopo aver smantellato il superteam ipotetico con Kevin Durant, James Harden e Kyrie Irving e assimilato il flop di Ben Simmons, i Nets hanno abbracciato nel 2023-24 il loro destino di squadra in rifondazione. Coach Fernandez, quotato da assistente allenatore ma al suo primo incarico da head coach NBA, è la figua ideale da cui ripartire. In campo, a parte Mikal Bridges, e se non altro per ragioni di contratto, Cam Johnson, di punti fermi ve n’è invece ben pochi.

Dennis Smith Jr, Lonnie Walker IV, Trendon Watford e soprattutto Nic Claxton saranno free agent. Day’Ron Sharpe e Cam Thomas, che ha approfittato dello spazio e dei possessi apertisi col passare della stagione tirando tutto quello che gli capitava per le mani, sono eleggibili per la loro rookie scale extension. Ben Simmons si è trascinato fino all’ultimo anno di contratto nel 2024-25, Brooklyn proverà a scambiarlo e non è da escludere la pista del buyout da qui alla prossima trade deadline, nel febbraio 2025. Manca ancora tanto tempo, ma la possibilità esiste eccome.

Scelto il coach (e confermato il Gm, Sean Marks), la priorità dei Nets dovrà essere Nic Claxton. 11.8 punti e 9.8 rimbalzi di media a partita con il 63% dal campo e 2.1 stoppate per “Clax”, uno dei migliori lunghi difensivi della NBA per versatilità e atletismo, l’ex Georgia sarà uno dei free agent più importanti dell’estate del 2024.

Claxton sarà unrestricted free agent. “E mi sento bene, sono in una gran bella situazione per me. Ho giocato bene in questi due anni, ho scommesso su di me con un contratto più corto nel 2022 e ha pagato. Che cosa cerco ora? Voglio vincere, voglio giocare in una squadra da playoffs e voglio vincere più partite. Quest’anno è stato frustrante, ma anche utile a tanti di noi per imparare, sappiamo tutti qui che non vogliamo ripetere un’altra stagione così. Parlerò con i miei agenti e la mia famiglia e vedremo il da farsi“.

Io voglio lavorare sul mio tiro e rinforzarmi fisicamente” ancora Nic Claxton “Voglio imparare ancora e espandere il mio gioco“.

Che i Brooklyn Nets nel 2024-25 possano essere una squadra da playoffs è tutto da vedere. Anche con la conferma di Walker IV e Watford o Smith Jr, la panchina resta corta, alle spalle di Cam Thomas point guard riluttante (a dir poco) c’è Dennis Schroder che arrivato all’ultimo anno di contratto potrebbe anche essere incluso in qualche trade. I Nets non avranno scelte al draft NBA 2024 e Noah Clowney e Dariq Whitehead, le due chiamate al primo giro nel 2023, hanno giocato pochissimo bloccate da infortuni e preparazione non ancora adeguata al livello.

Dorian Finney-Smith, il veterano del gruppo assieme a Schroder, non ha fatto vedere a Brooklyn lo stesso livello di rendimento tenuto a Dallas e come il tedesco potrebbe essere uomo mercato. Alla trade deadline 2024 l’ex Mavs aveva tanti estimatori, respinti però dalle richieste eccessive di Brooklyn. Si rifaranno vivi in estate?

You may also like

Lascia un commento