fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationMercato NBA, ultime notizie su scambi e trattative Willie Cauley-Stein lascerà i Kings come free-agent, parola dell’agente: “Serve nuovo inizio”

Willie Cauley-Stein lascerà i Kings come free-agent, parola dell’agente: “Serve nuovo inizio”

di Lorenzo Brancati

Willie Cauley-Stein è stato selezionato dai Sacramento Kings con la scelta numero 6 del Draft 2015. Con la franchigia californiana ha giocato 4 stagioni, facendo registrare 10 punti e 6 rimbalzi a partita, oltre a quasi 1 stoppata e 1 palla rubata a notte. Ad oggi, il contratto da matricola del centro proveniente dall’università del Kentucky è giunto al termine. I Kings, come riportato su Spotrac, avrebbero la possibilità di presentargli un’offerta qualificante da circa 6 milioni, rendendolo un free-agent con restrizioni.

Per il giornale “Sacramento Bee”, l’agente del giocatore, Roger Montgomery, ha parlato così del futuro del suo assistito:

“Penso davvero che a Willie serva un nuovo inizio. Per come gli sono andate le cose qui fino ad oggi penso proprio sia il momento di passare oltre, per lui. (…) Noi avremmo sperato che le cose per Willie fossero andate diversamente qui, permettendogli di migliorare di più. (…) Spero che non gli presentino nemmeno l’offerta qualificante, permettendogli di essere un free-agent senza restrizioni.”

L’organizzazione ha risposto con un breve comunicato a queste parole, come riportato da Bleacher Report“Willie è un ottimo giocatore, che ha dimostrato di poter rientrare nel nostro stile di gioco. Per ora non possiamo commentare altro.”

Il General Manager di Sacramento, Vlade Divac, aveva dichiarato, in precedenza: “Vorremmo tenerlo con noi, in termine di potenziale. Tuttavia deve ancora dimostrare quella continuità che cerchiamo. Ma ne stiamo discutendo.”

Sembrerebbe che quelle discussioni si siano arenate, almeno stando a quanto affermato da Montgomery, anche in riposta alle parole di Divac stesso: “Se Willie ha peccato di continuità è colpa dei tanti cambiamenti nel roster e negli allenatori avvenuti negli anni.”

Si tratta dunque di una situazione spinosa, in cui entrambe le parti sembrano piuttosto ferme sulle loro posizioni. Entrambe appaiono sicure delle loro affermazioni, e il rischio di giungere ad una situazione di muro contro muro c’è. Qualora i Kings non presentassero l’offerta qualificante, Cauley-Stein sarebbe già virtualmente lontano dalla franchigia che l’ha portato in NBA. Nel caso in cui, invece, la presentassero, non sarebbe da escludere una possibilità di “sign and trade“, per fare in modo di non perdere il giocatore senza ricevere nulla in cambio.

Non resta altro da fare se non aspettare il 30 giugno, quando le danze della free-agency si apriranno.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi