fbpx
Home NBAMercato NBA Isaiah Thomas, tagliato dai Clippers: “Ora sono pronto ad accettare qualsiasi ruolo”

Isaiah Thomas, tagliato dai Clippers: “Ora sono pronto ad accettare qualsiasi ruolo”

di Gabriele Melina

Isaiah Thomas, al momento ancora in cerca di un contratto dopo essere stato rilasciato dai Los Angeles Clippers, è stato intervistato da Alex Kennedy di HoopsHype a riguardo delle sue condizioni fisiche e del suo futuro nella lega.

La point guard aveva inizialmente preso il via nella stagione regolare 2019\20 in maglia Washington Wizards, ma, allo scadere della trade deadline, era stato spedito in California in uno scambio formulato attorno all’ala Marcus Morris Sr.

L’ex Boston Celtics è stato costretto a vagabondare tra una franchigia e l’altra nel corso degli ultimi anni, causa infortuni di vario tipo e l’indecisione delle varie società nel fornirgli un contratto a lungo termine. Thomas ha dichiarato di essere disposto ad accettare qualsiasi tipo di ruolo gli venga offerto, dal posto in rotazione all’interno di una squadra da playoffs, alla figura del veterano in un aiuto dei giovani talenti.

Isaiah Thomas commenta il suo taglio dai Clippers: “Può accadere di tutto”

La permanenza di Isaiah Thomas alla corte di Doc Rivers è durata solo due giorni, dopo che il front office losangelino non ha esitato a rimuovere il suo contratto dal libretto delle spese.

Come abbiamo visto avverarsi in questi giorni, il front office dei Clippers aveva già in mente altri piani, i quali non comprendevano la permanenza in squadra del trentunenne.

I Clippers erano sì in cerca di una point guard, ma hanno provveduto a colmare questo vuoto contrattando con altri giocatori tra cui, in primo luogo, Darren Collison, anche se alla fine quest’ultimo ha scelto di appendere per la seconda volta le scarpe al chiodo; ed in un secondo momento con Reggie Jackson dei Detroit Pistons.

Il due volte All-Star ha così commentato questa mossa di mercato: “I Clippers non hanno formulato lo scambio per avermi in squadra, lo hanno fatto per ottenere Morris. E lo capisco. Sono al mio nono anno nella lega, ed ho imparato che tutto può accadere. Ora, è giunto il momento di pensare a cosa è meglio per il mio futuro da professionista“.

Inoltre, è stato domandato a Thomas se fosse entrato in contatto con altre franchigie NBA per tentare di stipulare un accordo. La point guard, convinto che al fianco di Kawhi Leonard e Paul George avrebbe potuto fare grandi cose, ha risposto così: “Sto solo cercando di rimanere il più paziente possibile, in attesa che qualche squadra avanzi la propria offerta. Sarò pronto a trarre vantaggio da qualsiasi occasione mi si presenti“.

Un’altra opzione per il futuro del giocatore, però con meno possibilità di accadere, potrebbe essere quella di ritornare nel Massachusetts a vestire la maglia bianco verde di Boston Celtics: “Nutro un forte amore per la città di Boston, di tempo ne è passato, non provo alcun rancore, e loro lo sanno“.

Thomas sulle sue condizioni fisiche: “Sono a posto”

Il nativo di Tacoma, Washington, da quando ha messo piede nella lega, è sempre stato alle prese con alcuni infortuni che hanno limitato le sue prestazioni nel tempo. Tra questi, una serie di problemi all’anca destra lo hanno costretto a saltare un notevole ammonto di gare nel corso delle ultime stagioni.

Tuttavia, Thomas ha dichiarato che, in questi mesi, si trova in buone condizioni fisiche: “Come avete potuto notare in questa stagione, fisicamente sono a posto. Ho avuto la possibilità di scendere in campo ogni sera e di allenarmi costantemente. Ora, il mio obiettivo è quello di rimanere in forma in attesa della prossima opportunità“.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi