Home NBA, National Basketball AssociationApprofondimenti Game 3 il suicidio difensivo dei Cavs

Game 3 il suicidio difensivo dei Cavs

di Marco Tarantino
Lebron Larry Nance Cavs

Uno degli aspetti decisivi per gara 3 delle NBA Finals 2018 √® stato senza dubbio il duello difensivo in casa Cavs tra Kevin Durant in attacco e Kevin Love, chiamato sempre a cambiare difensivamente e trovarsi in copertura su KD uno contro uno. Non proprio il pi√Ļ bello dei regali per l’ex Minnesota, che ha migliorato senza dubbio la sua fase difensiva ma non tanto da diventare uno specialista o da poter fermare KD.

Tanti aggiustamenti difensivi sono stati portati rispetto alla serie contro Boston e rispetto alle gare viste alla Baia con Hood, Jr Smith e George Hill pronti a seguire Steph Curry in ogni angolo di tiro lasciandolo ad un misero canestro da tre punti anche se decisivo.

Il problema in casa Cavs per√≤ c’√® stato quando Kevin Love¬†ha dovuto marcare su ogni cambio difensivo Kevin Durant, che senza aiuti difensivi da Tristan Thompson da LeBron James, ha fatto la voce grossa, tirando con una facilit√† estrema. Per questo motivo i Cavs hanno staccato la spina a cavallo tra il terzo quarto ed il quarto concedendo spesso e volentieri anche i canestri facili sulla difesa dei Pick and roll. Per gara 4 saranno richiesti degli aggiustamenti difensivi per evitare di subire uno sweep. Se ne accorgeranno in casa Cavs?¬†Andiamo a vedere nel dettaglio come i Cavs non avrebbero dovuto difendere in game 3.

Kevin Durant Nba Finals 2018

Cavs gara 4 come non difendere?

Istruzioni per l’uso. Cosa non fare contro Durant.¬†Praticamente tutta la gara a cambiare qualsiasi cosa anche sul 35, pochissimi aiuti difensivi.¬†E sottolineo zero eventuali aggiustamenti, zero aggressivit√† sia sui blocchi che sulla ricezione di palla di KD, sempre sfidato, sempre accettato il cambio e sempre infilati i Cavs a canestro.

Così KD prende fiducia, trova il giusto ritmo, e praticamente ti ammazza la gara. Ci avevano provato anche i Rockets a fare una cosa del genere e non mi sembra sia andata poi molto meglio.
Kevin Love qui difende anche bene, però se non ci sono aiuti difensivi il castello crolla. Meglio lasciare la linea da tre a Green in questo caso, portando anche Thompson o Lebron (moltoooo pigro in tutta la serie in difesa) ad avvicinarsi a KD per provare almeno a dargli fastidio ed a fargli sentire la propria presenza.
Per me i Cavs si sono affossati da soli per situazioni come queste.
Hood offensivamente c’√® stato, JR ha messo dei canestri, Love √® partito forte, Thompson ha fatto la voce grossa a rimbalzo ma se non difendi di squadra addio.

You may also like

Lascia un commento