Home Mondiali Basket 2023 Dillon Brooks: “Non sono cattivo, è il mio personaggio”

Dillon Brooks: “Non sono cattivo, è il mio personaggio”

di Michele Gibin
dillon brooks

Non sono cattivo, mi disegnano così” è quello che il giustiziere di Team USA Dillon Brooks ha detto di sé al termine della finale per il terzo e quarto posto vinta dal Canada per 127-118 ai mondiali di basket FIBA 2023.

Brooks, che giocherà per gli Houston Rockets dalla prossima stagione NBA dopo gli anni spesi a Memphis da guardia del corpo di Ja Morant e ispiratore, nel bene e nel male, del look da Bad Boys dei Grizzlies, ha segnato 39 punti contro i suoi colleghi NBA americani, con 7 su 8 da tre punti. Per Team Canada, che ha superato la delusione del KO in semifinale contro la Serbia, si tratta della prima medaglia mondiale nella sua storia, un grande trampolino per Parigi 2024.

Il mio personaggio in campo è davvero solo un personaggio” ha detto Dillon Brooks dopo la partita “E’ qualcosa che mi sono cucito addosso e che ho imparato ad apprezzare. L’ho creato un po’ come Kobe Bryant aveva creato il suo Black Mamba. Ma fuori dal campo io amo i miei figli, la mia famiglia e tutti i miei compagni di squadra“. Dillon Brooks è stato il giocatore più fischiato del mondiale, la sua fama lo ha preceduto in Asia, contro la Slovenia ai quarti di finale ha rimediato un’espulsione per fallo antisportivo e contro Team USA si è preso la scena persino sul Shai Gilgeous-Alexander (31 punti) e RJ Barrett (23 punti).

Questo ruolo è così eccitante, gli haters non si fermeranno ovviamente, anzi, ma aver ottenuto qualcosa per il mio paese e avere tutto il suo sostegno è una grande cosa. Per cui grazie per esserci stati, haters, grazie per le paroline su Twitter, tutte cose che mi danno ancora più motivazioni (…) volevamo davvero giocare contro Team USA e alla fine è successo, grazie alla Germania dopo che avevamo perso contro la Serbia. Volevo proprio giocare contro Jaren Jackson Jr (che non ha poi giocato, ndr) il mio ex compagno di squadra a Memphis, ne avevamo parlato tante volte durante la stagione“.

Ai mondiali si è accesa anche nel basket FIBA la stella di Shai Gilgeous-Alexander, star degli Oklahoma City Thunder e All-NBA nel 2023. Alla sua prima volta con la maglia di Team Canada, SGA ha trascinato i suoi a medaglia e ha conquistato la qualificazione diretta alle Olimpiadi 2024. “Penso che il mio mondiale mi aiuterà molto per la prossima stagione NBA. Sarò in gran forma, ho giocato tanto e non dovrà aggiustare così tanto il tiro. Noi? Siamo contenti, spero siamo riusciti a ispirare tanti ragazzi che ci hanno seguito in Canada. E’ per questo che giochiamo, per mostrare che col duro lavoro tutto è possibile. A Parigi proveremo a vincere, più giochiamo assieme più cresceremo“.

Shai Gilgeous-Alexander ha chiuso i suoi mondiali a 24.5 punti di media, con 6.4 rimbalzi e 6.4 assist.

You may also like

Lascia un commento