fbpx
Home NBANBA TeamsDenver Nuggets Anche un membro dello staff dei Denver Nuggets positivo al Coronavirus

Anche un membro dello staff dei Denver Nuggets positivo al Coronavirus

di Francesco Catalano

E’ risultato positivo al Coronavirus anche un membro dello staff dei Denver Nuggets. Negli ultimi giorni aveva mostrato i sintomi tipici della patologia così gli è stato effettuato il tampone. La franchigia del Colorado ha annunciato nella giornata di oggi la sua positività.

Il contagiato, il cui nome è stata taciuto, attualmente è in auto-isolamento sotto le cure dello staff medico. Aumenta quindi la lista dei positivi al virus all’interno del mondo NBA. Il primo della lista è stato Rudy Gobert degli Utah Jazz. La notizia della sua positività è arrivata nella notte dell’undici marzo. Proprio mentre stavano giocando i Nuggets contro i Dallas Mavericks. Da allora si sono aggiunti anche Donovan Mitchell e Christian Wood. Finché due giorni fa è giunta la scioccante notizia in cui i Brooklyn Nets hanno annunciato la positività di 4 persone del loro team. Tra questi c’è anche l’ex MVP delle Finals Kevin Durant che ha voluto far sapere attraverso i suoi canali social il suo buon stato di salute.

Il Coronavirus colpisce anche i Nuggets. Ma la NBA quando riparte?

Per quanto dovrà stare ancora ferma la NBA? Difficile dirlo, ma senza quasi alcun dubbio lo stop andrà oltre i 30 giorni inizialmente auspicati dal commissioner Adam Silver. Negli Stati Uniti d’America la pandemia è arrivata solo da poco tempo e il picco è tutt’altro che vicino. Tra l’altro, non aiuta la complicata situazione sanitaria americana. Dato che quest’ultima non è pubblica, come nel nostro Paese, non è per tutti semplice effettuare il tampone. Per cui, è molto probabile che ci siano più casi di quelli ufficialmente comunicati.

Sul tavolo della lega momentaneamente stanno arrivando tante proposte riguardo il prosieguo della stagione. Adam Silver le sta accuratamente vagliando tutte come ha detto oggi in una lunga intervista. L’idea più calda al momento è quella che vedrebbe la ripartenza della NBA intorno a metà giugno. E l’ipotesi delle porte chiuse, scenario inedito per la NBA, diventa sempre di più una certezza.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi