AD7

Boston Celtics, Tatum e Jaylen Brown nella storia

La franchigia di Boston si porta sul 2-0 grazie alle super prestazioni di squadra offerte in gara 1 e gara 2.

Cominciamo dal principio, i Boston Celtics scambiano Thomas e Crowder ai Cavaliers. I due parlano in conferenza stampa: “Eravamo noi due a dare quello spirito ai Boston Celtics, lo incarnavamo al meglio, senza di noi faticheranno”

La storia recente la conosciamo, loro due scambiati in fretta e furia per noccioline a febbraio, IT ai Lakers, Crowder agli Utah Jazz. Ridimensionati alla grande, mentre i Boston Celtics arrivavano al secondo posto ad Est, facevano fuori i Bucks, i Sixers e vincono gara 1 e gara 2 contro i Cavaliers con un record in casa al TD Garden di 8-0

Boston Celtics, anche gara 2 è formalità

I Cavaliers? In totale confusione dall’estate a febbraio ed i risultati si vedono anche oggi, soprattutto oggi, nonostante la vittoria 4-0 contro i Raptors che conta nulla ora, conta ZERO, come il voto alla prestazione di JR.

JR Smith in gara 2:

  • 0 punti
  • 3 rimbalzi
  • 1 assist
  • 0 palle rubate
  • 0 stoppate
  • 0-7 dal campo
  • 0-4 da tre
  • 0 volte in lunetta
  • 2 falli personali
  • 1 flagrant foul
  • 27 minuti in campo

George Hill invece fa “meglio”:

  • 3 punti
  • 2 rimbalzi
  • 1 assist
  • 1-4 dal campo
  • 0-2 da tre
  • 1-2 dalla lunetta
  • 3 falli
  • 33 minuti in campo

Il backcout titolare dei Cavaliers ha prodotto esattamente 3 punti.
Jordan Clarkson non vede il campo, Calderon gioca 1 minuto, Rodney Hood gioca 11 minuti con 2 punti.

Dall’altro lato i Boston Celtics dominano nel backcourt:

  1. Jaylen Brown 23 punti, 7 rimbalzi, 3 assist
  2. Rozier 18 punti, 5 rimbalzi, 2 assist
  3. Marcus Smart 11 punti, 5 rimbalzi, 9 assist 4 palle rubate

La differenza? La difesa, la testa, la transizione difensiva che si trasforma in offensiva: nel terzo quarto i Cavaliers perdono ogni cognizione difensiva, prendono 36 punti e ne realizzano 22, il dominio dei Celtics arriva fino a +15
Boston Celtics ancora imbattuti in casa 8-0 al TD GARDEN
Ora si vola a Cleveland, inutile girarci attorno, o i Cavaliers iniziano a difendere o la serie è già FINITA.

Ai Boston Celtics va sottolineato sempre che mancano:
-Kyrie Irving
-Gordon Hayward
-Daniel Theis
-Shane Larkin

Cavaliers, non basta James contro questi Boston Celtics 

Non basta la terza tripla doppia con 40+ punti in carriera per LeBron James. Non basta avere Kyrie Irving e Gordon Hayward fuori per infortunio. Non basta, perché questi Celtics hanno cuore e palle per superare ogni ostacolo.

Ecco così che Brown e Tatum diventano la prima coppia under-21 a segnare almeno 200 punti in postseason, ecco che in difesa viene disputata una gara perfetta con il duo George Hill-JR Smith tenuto appena a 3 miseri punti segnati ed ecco Marcus Morris che riesce a contenere il Re da primo difensore con un 4-14 dal campo.

Adesso gara-3 sabato a Cleveland.  Prepariamoci, perché sarà una guerra.

Leggi anche: 

LA DINASTIA DEI BOSTON CELTICS

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.