Debutto Cousins: “Oggi mi sento come un bambino il giorno di Natale”

L'impressione che Cousins faccia fatica nel sistema Warriors è testimoniata dai numeri

Uno dei momenti più aspettati di questa stagione NBA è finalmente arrivato. Il ritorno in campo del centro dei Golden State Warriors, DeMarcus Cousins. Infatti, nella partita di ieri sera contro i Los Angeles Clippers, è finalmente arrivato il tanto atteso debutto di Cousins, che era fermo ai box dal 27 gennaio dello scorso anno. L’ex Kings e Pelicans è dovuto star fermo per quasi un anno a causa di un infortunio al tendine d’Achille del piede sinistro rimediato nella partita tra gli Houston Rockets e i New Orleans Pelicans.

Finalmente è arrivato il debutto di Cousins

Nel match di ieri sera DeMarcus ha realizzato 14 punti, 6 rimbalzi, 3 assist, 1 stoppata e 3 triple su 4 tentate in 15 minuti, contribuendo così alla vittoria della sua nuova squadra per 112 – 94 contro i Clippers di Danilo Gallinari.

Oggi mi sento come un bambino nel giorno di Nataleha dichiarato ieri sera Cousins. “È stato un lungo viaggio quello che mi ha portato a questa partita, ma oggi è probabilmente uno dei migliori giorni della mia vita“.

DeMarcus ha firmato quest’estate un contratto annuale con i Golden State Warriors per soli 5 milioni di dollari. Questa firma ha fatto gridare allo scandalo molti appassionati di NBA e, non solo, che hanno ritenuto questa trattativa un insulto alla professionalità del giocatore e della franchigia. Molti anche sono stati i colleghi o gli esperti di basket a definire questa scelta non idonea, un esempio è quello di JR Smith che dichiarò di non rispettare la decisione del gigante nativo dell’Alabama. I molti fischi che lo hanno accolto all’entrata allo Staples Center confermano il tutto.

Per i tifosi dei Warriors, a differenza di tutti gli altri, il dubbio principale è se Boogie riuscirà ad adattarsi al gioco della franchigia di Oakland che, come mostrano i precedenti centri tipo Pachulia, McGee, Bogut, tengono il lungo principalmente sotto canestro e mettendo gli altri 4 a gestire l’azione sul perimetro. Però Cousins è un centro a cui non piace stare solo sotto canestro, che ha un buon tiro dalla distanza (come mostra il 3/4 da oltre il perimetro al debutto) e una discreta abilità di passatore per il ruolo che occupa.

Kevin Durant parla del debutto di Cousins

Ha parlato del numero 0 della franchigia di coach Kerr anche Kevin Durant dicendo:

DeMarcus è stato grandioso stasera. Mi piace il fatto che anche lui tiri da 3 punti così da essere un pericolo in più per gli avversari, mi piace che fin da subito ha dato il massimo correndo e facendo una buona fase difensiva. Poi consideriamo che ha giocato appena 15 minuti e ha realizzato 14 punti e 6 rimbalzi. Pensate quando potrà starne 25 in campo? Farà facilmente 20 punti e 10 rimbalzi. Si sta impegnando tanto per tornare in forma il prima possibile e spero che continui a lavorare così“.

In chiusura di intervista il giornalista ha chiesto a KD se era sorpreso della prestazione al debutto di DMC e lui ha risposto: “Nah, sono sorpreso che non ne ha messi 20“.

Nel chiudere l’intervista del post gara, Cousins ​​ha letto il messaggio che ha ricevuto prima della partita che lo ha particolarmente motivo.

La mia ragazza mi ha mandato questa foto: Pensa da dove  vieni e dove sei ora“.