AD7

Magic su LeBron: “Conosceva i Lakers meglio di me, ha una intelligenza incredibile”

L'arrivo di LeBron James ai Los Angeles Lakers è il culmine del processo intrapreso dal Front Office lacustre

Magic & Pelinka svelano i retroscena della firma di James

Nell’ultima puntata dello show Connected With.. in onda su Spectrum SportsNet, Chris McGee e Mike Bresnahan hanno intervistato Magic & Pelinka, ovvero gli autori della rivoluzione made in L.A., culminata con l’approdo ai Los Angeles Lakers di LeBron JamesMagic Johnson ha parlato del primo incontro con James e di come lui e Pelinka nei sei mesi precedenti abbiamo cercato di capire cosa fosse importante per lui.

LeBron è uno dei giocatori di basket più intelligenti che io abbia mai incontrato.. Come Kobe, Michael Jordan, Larry Bird…

Hanno concertato nei sei mesi precedenti, con l’owner Jeanie Buss, gli scenari ed i punti focali da trattare. Il prescelto ha esternato la volontà di giocare a basket ed essere se stesso. Poi ha sottoposto una lista di punti focali, posto delle domande sullo staff e l’organizzazione della franchigia. Il President of Basketball Operations è rimasto impressionato dalla conoscenza del roster gialloviola da parte di LBJ.

…non si trattava di vendere i Lakers, non ne aveva bisogno. Lui già conosceva il team. Quasi meglio di me.

Secondo la leggenda dello Showtime, la scelta di LeBron non sarebbe stata a breve termine ed avrebbe riguardato anche cosa sarebbe stato meglio per la sua famiglia. Infatti, ha confermato che non è stata affrontata – almeno nel primo incontro – la questione della durata del contratto.

(Io e LeBron) …entrambi amanti della competizione, entrambi amanti della vittoria, entrambi eccellenti ai massimi livelli.

[…] …possiamo parlare liberamente tra noi, questo è quello che amo di LeBron.

Rob Pelinka ha raccontato come ha ricevuto la notizia:

Ho ricevuto un messaggio dall’agente di LeBron, Rich Paul. Congratulazioni, con dei palloncini. È stato uno di quei momenti nella vita che non dimenticherai mai, mai.

Si è poi soffermato su quanto sia importante per la franchigia l’arrivo di LBJ e come fin dalla loro assunzione sia stato tutto pianificato per raggiungere questo obiettivo. L’arrivo di LeBron, il miglior giocatore del pianeta, è stato culmine di tutti i processi.

The Path to LeBron

Timeline
Timeline (Lakers.com)

Rob ha ribadito quanto espresso da Magic, ovvero della profonda conoscenza del roster gialloviola dell’ex Cavs, che voleva uno scenario completamente diverso da quello vissuto nelle ultime quattro stagioni. Voleva una squadra versatile, profonda e dura. E le successive mosse di mercato hanno seguito quella direzione.

Il GM è eccitato dal core lacustre e su quanto bene gli possa fare la convivenza con James.

Kuz, Zo, Josh, B.I. sono pronti. L’energia che ha portato su di loro l’arrivo di LeBron è incredibile.

Infine i due host hanno chiesto a Magic se LeBron fosse entusiasta dei giovani gialloviola.

Oh si, è molto eccitato.

Come Magic & Pelinka, eccitati i tifosi gialloviola che sognano la rinascita ed il ritorno ai vertici dei Lakers.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.