Home Basket femminileWNBA, Women's National Basketball AssociationChicago Sky WNBA, le Sun forzano gara 5, Sky KO. Curt Miller: “Che risposta”

WNBA, le Sun forzano gara 5, Sky KO. Curt Miller: “Che risposta”

di Michele Gibin
sun sky wnba

Non segnare mai più di 77 punti in 3 partite e farne 104 in gara 4? Eseguito, dalle Connecticut Sun che respingono senza appello alla Mohegan Sun Arena di Uncasville le Chicago Sky e rimandano la serie di semifinali playoffs WNBA a gara 5.

104-80 il risultato finale, con DeWanna Bonner, Alyssa Thomas e Courtney Williams sugli scudi e a schiacciare fisicamente delle Sky stanche, Candace Parker e Courtney Vandersloot in primis. Le Sun hanno segnato 58 punti nel solo primo tempo dopo averne segnati 72 in tutta gara 3, e segnato 66 punti in area al contrario di gara 3, dove avevano sbagliato l’impossibile per la disperazione di coach Curt Williams.

Gara 5 sarà nella notte tra giovedì e venerdì, e in una serie così fisica, avrà la meglio chi banalmente recupererà meglio le energie. Chicago si giocherà in casa alla Wintrust Arena il ritorno alle finali WNBA dopo il successo del 2021, Connecticut le prime WNBA Finals della propria storia.

Ad attendere la vincitrice, le Las Vegas Aces, non proprio una passeggiata.

Gara 4 è stata una grandissima risposta da parte nostra, abbiamo da subito imposto tono e ritmo alla partita sia in attacco che in difesa“, così coach Miller “Abbiamo sempre saputo che per noi la serie si gioca con i punti in area, e oggi è stata una prova straordinaria (…) cuore, determinazione da parte di giocatrici che hanno fatto ciò che sanno fare meglio, e per tutta la partita“.

DeWanna Bonner e Courtney Williams hanno chiuso con 19 punti a testa, per Alyssa Thomas 17 punti e 8 rimbalzi in una partita finita già dopo tre quarti, e sostanzialmente dominata dalla palla a due. “Oggi abbiamo giocato il nostro miglior basket e si è visto“, così Williams.

Per le Sky 15 palle perse e 8 su 21 da tre punti, altra prestazione magra dopo il 6 su 25 di gara 3. Le Sun hanno avuto in attacco buon gioco ad accorciare i pick and roll per evitare i blizt della difesa di Chicago, e trovare Bonner e Thomas soprattutto sugli short roll. Situazione che ha garantito tanti canestri facili con tagli back door, soprattutto nel terzo periodo.

E per gara 5? “Non m’importa nulla di dove si giocherà“, taglia corto un deluso coach James WadeCiò che conta è che giochiamo al nostro livello e non come abbiamo fatto oggi. Non abbiamo saputo pareggiare la loro intensità, ci hanno seminato presto, di fatto. E noi ci siamo disorganizzati. Dovremo fare un po’ di pulizia su alcune cose“.

You may also like

Lascia un commento