Home Eurobasket 2022 EuroBasket, Giannis fa la storia con 41 punti: “E’ il mio modo di creare arte”

EuroBasket, Giannis fa la storia con 41 punti: “E’ il mio modo di creare arte”

di Andrea Delcuratolo
giannis 41 punti

Giannis Antetokounmpo fa la storia di Eurobasket segnando 41 punti nella sfida contro l’Ucraina per il 99-79 finale. Una prestazione incredibile dell’ala della Grecia, se si affiancano anche i 9 rimbalzi e i 2 assist, che avrebbero potuto far chiudere la partita del giocatore dei Milwaukee Bucks con una doppia doppia a referto. Con questa prestazione, Antetokounmpo diventa il dodicesimo miglior marcatore assoluto di una singola partita di EuroBasket. 

La star dei Bucks, che si appresta a disputare la sua decima stagione in NBA, si è poi dichiarata a EuroHoops in merito alle sue sensazioni post partita: “Cerco di non valutare la mia prestazione. Cerco solo di andare lì e divertirmi il più possibile e cerco di creare arte. Quello che voglio dire è che ogni partita è diversa. In generale, penso che questo sia uno degli anni in cui mi sento molto, molto più entusiasta di andare in campo e giocare con i miei compagni di squadra. Non so il perché. Non so se è l’allenatore Itoudis e il modo in cui mi motiva, o semplicemente essere là fuori a giocare con i miei compagni di squadra, ma questo è tutto. Posso dire di essere entusiasta di scendere in campo ogni volta, ogni volta con i miei compagni di squadra e lo staff tecnico che abbiamo”.

La Grecia ha già messo in ghiaccio la qualificazione alla fase ad eliminazione diretta e può affrontare con molta calma la prossima sfida con l’Estonia. Ma per Antetokounmpo nulla è scontato e infatti aggiunge: “Non so dove possa andare questa squadra, stiamo cercando di migliorare giorno dopo giorno. Quando vinciamo, possiamo rilassarci perché pensiamo di essere migliori ma diventiamo arroganti, rilassandoci troppo. Abbiamo già creato alcune cose molto buone in questa squadra e stiamo ancora migliorando e legando, ma dovremmo concentrarci solo su quello. Solo Dio sa cosa accadrà. Nessuno ha un contratto che garantisce la vittoria. Ma daremo il massimo. Saremo umili e concentrati. E nell’ultima partita contro l’Estonia, dobbiamo essere bravi. Non importa che ci siamo già assicurati il ​​primo posto. Speriamo di stare bene, che Kostas torni e di fare bene negli ottavi. Sentiamo l’amore dei nostri tifosi e faremo del nostro meglio indipendentemente dall’avversario”.

You may also like

Lascia un commento