Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsCleveland Cavaliers Cavs, con l’arrivo di Donovan Mitchell Caris LeVert non serve più?

Cavs, con l’arrivo di Donovan Mitchell Caris LeVert non serve più?

di Giacomo Brogi
caris levert cavs

Dopo la splendida stagione 2021\22, che ha segnato la definitiva ripartenza della franchigia dopo anni di buio totale, i Cleveland Cavs hanno voluto subito mettere le cose in chiaro. La recente acquisizione di Donovan Mitchell li pone come un’assoluta mina vagante nella Eastern Conference, con l’obbiettivo di tornare a livelli altissimi in poco tempo. Spida andrà a sostituire Collin Sexton nel back-court affiancando Darius Garland, da poco rinnovato al massimo salariale, con il quale formerà una delle coppie di guardie più scoppiettanti e attese della lega.

Ma adesso, proprio nel reparto piccoli, Cleveland si ritroverà a gestire una situazione non facile. I recenti arrivi in free agency di Raul Neto e Ricky Rubio (ancora alle prese con l’infortunio al ginocchio patito a dicembre scorso) come elementi da aggiungere alla second-unit, hanno delineato un fattore che sembrava comunque già chiaro da diversi mesi: non c’è più spazio per Caris LeVert. Il prodotto di Michigan, arrivato a febbraio via trade dagli Indiana Pacers, ha deluso e non poco le grandi aspettative che tutti riponevano su di lui, confermandosi come un buonissimo giocatore di contorno, ma troppo discontinuo. D’altronde anche i numeri confermano questo trend. Dal suo sbarco in Ohio, LeVert ha tirato con percentuali irrisorie, soprattutto dall’arco, imprimendo un netto calo rispetto ai suoi periodi d’oro a Brooklyn. Anche i problemi fisici sono tornati a farsi sentire; il numero 22 ha infatti disputato meno di 20 partite con la canotta dei Cavs, sparendo di conseguenza da ogni radar.

Caris LeVert entrerà in questa stagione nel corso del suo ultimo anno di contratto, durante il quale guadagnerà quasi 19 milioni di dollari. Una spesa non banale per un giocatore in deciso calo sia dal punto di vista tecnico che mentale, e che, soprattutto con i recenti nuovi innesti, troverà sempre meno spazio in campo. Tuttavia, un’ipotesi maturata nelle ultime ore sarebbe quella di provare a farlo giocare da 3, in uscita dalla panchina al posto di Isaac Okoro. Se LeVert dovesse adattarsi al nuovo ruolo, i Cavs potrebbero meditare in corso d’opera l’idea di offrirgli un rinnovo, ma sicuramente a cifre minori rispetto alle attuali. Altrimenti l’ipotesi trade appare l’unica disponibile per non perderlo a zero. Ma, essendo l’ex Brooklyn in scadenza, liberarsene potrebbe essere più facile del previsto. I Cavs dunque attendono la mossa giusta per muoverlo, magari attendendo l’offerta di qualche squadra in rebuild. Soltanto in questo modo la franchigia dell’Ohio potrà gestire al meglio un roster fin troppo numeroso.

You may also like

Lascia un commento