fbpx
Home Eurolega Euroleague preview, Olimpia Milano-Real Madrid

Euroleague preview, Olimpia Milano-Real Madrid

di Kevin Martorano

Il ventisettesimo turno di Turkish Airlines Euroleague vede sfidarsi Olimpia Milano-Real Madrid, una sfida affascinante e molto importante specialmente per la squadra milanese, che vede il suo margine d’errore ridotto al minimo viste le tante sconfitte rimediate nelle ultime uscite europee. La partita inizierà alle ore 20.45 e sarà visibile su Eurosport 2 (canale 211 di Sky) e sulla piattaforma streaming Eurosport player e sarà una partita a porte chiuse per via della situazione d’emergenza causata dal Coronavirus.

La sfida con il Real è la prima del doppio turno di Eurolega, visto che giovedì 5 marzo la squadra meneghina volerà in Spagna per affrontare il Valencia, mentre il Real Madrid ospiterà l’Asvel Villeurbanne. Andiamo a vedere quali saranno le chiavi della sfida tra Olimpia Milano e Real Madrid.

Olimpia Milano-Real Madrid: qui Olimpia

La squadra di coach Ettore Messina (ex della partita) dovrà cercare di invertire la rotta in Eurolega, visto che è reduce da 4 sconfitte consecutive e da 7 sconfitte nelle ultime 8 partite europee. Decisamente una tendenza da evitare per una squadra con ambizioni di playoffs europei.

L’avversario non è il migliore da affrontare, visto che il Real Madrid è sicuramente una delle favorite per la vittoria finale, ma arrivati a questo punto della stagione l’Olimpia deve provare a vincere contro chiunque per strappare vittorie importanti e tornare a sperare nei playoffs.

Chiave fondamentale della partita sarà vedere se Sergio Rodriguez, altro grande ex della partita, potrà giocare: il playmaker spagnolo ha infatti riportato una distorsione alla caviglia sinistra ed uno stiramento al muscolo vasto mediale della coscia sinistra. La sua presenza sarà quindi in dubbio fino all’ultimo minuto, visto che lo spagnolo ha preso parte alla seduta di tiro svolta in mattinata e le sue condizioni sarebbero state valutate a ridosso della partita.

La squadra milanese dovrà tentare di controllare il ritmo del match, prendendo i rimbalzi difensivi e cercando di prenderne anche qualcuno offensivo, per evitare di concedere contropiedi al Real Madrid, aspetto del gioco in cui generalmente sono micidiali.

Inoltre saranno fondamentali due aspetti del gioco: la difesa milanese e le percentuali al tiro di entrambe le squadre. Infatti il Real Madrid ha un’attacco impressionante, che ha segnato 90 punti di media nelle ultime 3 partite. Di conseguenza la difesa milanese dovrà essere impeccabile per tentare di vincere la partita.

Le due squadre fanno molto affidamento al tiro da 3 punti: l’Olimpia sembra faticare se non trova ritmo da dietro l’arco, mentre il Real Madrid ha dimostrato di riuscire ad avere anche altre dimensioni nel suo gioco offensivo.

Sarà interessante vedere come reagirà Luis Scola alla sua ultima pessima prestazione in quel di Kaunas, visto che è rimasto in campo 6 minuti non facendo neanche un punto, non prendendo neanche un rimbalzo e non sfornando nemmeno un assist, ma perdendo 2 palloni e commettendo due falli. Scola è senza dubbio un uomo importante nelle rotazioni milanesi e servirà la sua miglior versione nel match Olimpia Milano-Real Madrid.

Qui Real Madrid

La squadra madrilena si presenta a Milano con 5 assenti: saranno infatti out Anthony Randolph, Sergio Llull, Jordan Mickey, Gabriel Deck e Fabien Causeur. Di conseguenza è possibile che gli spagnoli ci metteranno un po’ prima di trovare il giusto ritmo, quindi dovranno essere attenti ad una possibile partenza forte dei milanesi.

Facundo Campazzo dirigerà come al solito l’attacco della sua squadra e sarà una chiave importante per i suoi. Infatti il playmaker argentino è dotato di una visione di gioco fuori dal comune e riesce sempre ad essere un fattore nelle vittorie della squadra madrilena. Inoltre questa potrebbe essere una delle partite in cui Rudy Fernandez si riveli decisivo. Il giocatore spagnolo ha esperienza da vendere ed un arsenale offensivo completo, di conseguenza sarà importante la marcatura su di lui dei giocatori della squadra di casa.

Come detto in precedenza, una chiave importante del match sarà il controllo dei rimbalzi e quindi il duello sotto canestro tra Walter Tavares e Kaleb Tarczewski. Tavares è una certezza, mentre il centro milanese sta vivendo un periodo di forma impressionante e sta diventando sempre di più anch’egli una certezza per la sua squadra.

Il Real Madrid ha vinto 7 partite su 8 quando ha segnato almeno 90 punti, mentre l’Olimpia Milano questa stagione quando ha segnato 90 o più punti ha un record che dice 0 partite vinte e 3 partite perse. Di conseguenza il Real Madrid dovrà tentare di alzare il ritmo della partita ed il numero di possessi, visto che l’Olimpia si trova più a suo agio in partite dal punteggio basso.

Per gli up and down della ventiseiesima giornata di Eurolega clicca qui.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi