fbpx
Home Eurolega Euroleague preview: Real Madrid-Olimpia Milano

Euroleague preview: Real Madrid-Olimpia Milano

di Kevin Martorano

Real Madrid-Olimpia Milano è in programma per la quattordicesima giornata di Turkish Airlines Euroleague, una partita dal grande fascino ma allo stesso tempo dalle mille difficoltà. Le due squadre arrivano al match in condizioni totalmente diverse, sia mentali che fisiche, visto che da una parte c’è il Real reduce da ben 8 vittorie consecutive nella competizione, mentre dall’altra troviamo un’Olimpia che arriva a Madrid con una striscia di 4 sconfitte consecutive (anche se dopo la bella vittoria al Taliercio di Venezia).

L’appuntamento è fissato per le ore 20.00 di martedì 17 dicembre, assolutamente da non perdere in quanto stiamo parlando di uno dei due big match di giornata.

Real Madrid-Olimpia Milano: qui Real Madrid

L’armata di coach Pablo Laso arriva al match Real Madrid-Olimpia Milano nel migliore dei modi e parte dunque come chiara favorita nel match. Inoltre la squadra spagnola è storicamente un tabù indecifrabile per l’Olimpia, dato che l’ultima vittoria milanese contro il Real Madrid risale al gennaio 2009 e nelle ultime 14 partite tra le due squadre il record dice 13-1 a favore dei madrileni, con un netto 7-0 in terra spagnola.

Il Real dovrà essere brava a sfruttare la propria taglia fisica superiore rispetto agli avversari, visto che con Walter Tavares ed Anthony Randolph (schierabile anche da “3” in quintetti alti) potranno fare la voce grossa sotto i due canestri. Sarà dunque importante l’attacco spalle a canestro per i madrileni, oltre a portare comunque la palla vicino al canestro per sfruttare il vantaggio fisico che sicuramente avranno, specialmente se gli avversari schiereranno in alcuni frangenti del match Luis Scola da centro.

Inoltre una chiave importante nei match casalinghi del Real Madrid è senz’altro il contropiede: a Madrid il pubblico si esalta molto quando vengono fatte giocate spettacolari in contropiede, che possono essere dei passaggi spettacolari di Facundo Campazzo o delle schiacciate di Jordan Mickey o Anthony Randolph. Alzare il ritmo del match ed il numero di possessi potrebbe essere una buona idea per mettere in difficoltà la squadra meneghina, data anche la difficoltà atletica che l’Olimpia Milano sta trovando negli ultimi match di Eurolega.

Infine sarà importante mettere in ritmo i tiratori in casa Real: Jaycee Carroll, Rudy Fernandez ed Anthony Randolph su tutti potranno far male con le proprie conclusioni da oltre l’arco, ma attenzione a Fabien Causeur, il quale contro l’Olimpia Milano sforna sempre ottime prestazioni ed è reduce dai 18 punti con 7/9 dal campo in appena 17 minuti giocati nell’ultimo match contro l’Olympiacos.

Qui Olimpia Milano

Inutile nascondere che Real Madrid-Olimpia Milano sia un match difficilissimo da portare a casa per la squadra milanese. Come detto in precedenza, il Palazzo dello Sport di Madrid è storicamente inespugnabile per la squadra meneghina, dunque servirà una prova forse anche oltre i propri limiti per provare a vincere una partita sulla carta quasi impeditiva.

Sarà la partita dei due grandi ex: Sergio Rodriguez e coach Ettore Messina hanno infatti dei trascorsi a Madrid, il primo sicuramente più felici del secondo. Di conseguenza Sergio Rodriguez potrebbe essere particolarmente motivato nel far bene contro la propria ex squadra, affrontando peraltro Campazzo, il giocatore su cui il Real ha puntato dopo la sua partenza.

Una chiave tattica importante potrebbe essere Luis Scola: la sua abilità nel mettere palla per terra ed arrivare al ferro, ma anche quella del tiro da 3 punti potrebbero rivelarsi letali contro i lunghi madrileni, specialmente nei minuti in cui l’argentino giocherà da “5 tattico” per aprire il campo e facilitare le penetrazioni in area dei propri compagni.

Bisognerà anche capire quanti minuti riuscirà a giocare Arturas Gudaitis, perché non è da escludere la possibilità di giocare alcuni minuti con le due torri in modo da contrastare il dominio fisico del Real Madrid in area. Inoltre, è risaputo che il centro lituano sia di vitale importanza nell’economia della squadra di coach Ettore Messina, vista anche l’apparente involuzione di Kaleb Tarczewski.

Infine sarà importante mettere in ritmo tutti i tiratori della squadra milanese: l’Olimpia è la squadra che tira meglio da oltre l’arco nella competizione e, se in serata, potrebbero anche tirare da 3 punti con percentuali altissime e cercare di vincere così una partita importantissima.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi