fbpx
Home Lega Basket A Allianz Trieste-Olimpia Milano: l’Olimpia torna a sorridere

Allianz Trieste-Olimpia Milano: l’Olimpia torna a sorridere

di Kevin Martorano

Allianz Trieste-Olimpia Milano è andata in scena durante la ventesima giornata di Lega Basket Serie A. La partita si preannunciava sulla carta come un impegno agevole per la squadra meneghina e così è stato, visto che non c’è praticamente mai stata partita. Olimpia che dopo la sconfitta di settimana scorsa contro la Germani Brescia (e quella di Istanbul contro il Fenerbahce in Eurolega) torna dunque al successo in campionato.

Le scelte di coach Ettore Messina riguardanti il turnover sono ricadute su Nemanja Nedovic ed Arturas Gudaitis, che si aggiungono dunque a Jeff Brooks ed a Riccardo Moraschini alla lista degli indisponibili per questa partita.

Andiamo a vedere quali sono state le chiavi che hanno deciso la partita.

Allianz Trieste-Olimpia Milano: le chiavi del match

  • Le percentuali al tiro: le percentuali al tiro hanno fatto tutta la differenza del mondo in questa partita. Infatti la squadra di Trieste ha tirato da due punti con il 49%, frutto di un 23/47 al tiro da dentro l’area, e con un bruttissimo 3/21 al tiro pesante, che vuol dire 14%. Dall’altra parte la squadra milanese ha tirato con il 66% da due punti (19/29) e con il 39% al tiro da dietro l’arco (11/28).
  • Circolazione di palla: l’Olimpia è stata sicuramente più brava del suo avversario odierno nel muovere la palla in attacco: 19 assist su 30 canestri realizzati sono veramente tanti. Per l’Allianz invece appena 13 assist.
  • La classe dei singoli: ovviamente i due roster sono di livello totalmente differenti. Da un lato troviamo una squadra costruita per vincere il campionato e per far bene in Eurolega, dall’altra una squadra che deve puntare alla salvezza. In partite del genere ribaltare il pronostico è veramente difficile e per farlo bisogna giocare la partita perfetta, cosa che Trieste non ha di certo fatto in questo match.
  • La profondità dei roster: le due squadre oltre ad avere una differente qualità nei singoli, sono completamente diverse anche per quanto riguarda la profondità del proprio roster. Infatti in casa milanese troviamo tanti giocatori in grado di fare la differenza, fatto testimoniato dai tanti giocatori in doppia cifra quest’oggi (ben 5, con Luis Scola autore di 20 punti). Dall’altra parte la squadra triestina ha saputo mandare in doppia cifra soltanto tre giocatori.

Il tabellino del match e prossimi impegni

Parziali singoli quarti: 15-23; 19-18; 12-25; 21-19.

Parziali progressivi: 15-23; 34-41; 46-66; 67-85.

Allianz Trieste: A.Coronica, D.Cooke 2, H.Peric 13, J.M.Fernandez 4, D.Jones 15, R.Hickman 6, R.Cervi 3, D.Washington 9, G.Janelidze n.e, D.Cavaliero 5, M.Da Ros n.e, A.Mitchell 10. Coach: Eugenio Dalmasson.

Olimpia Milano: A.Della Valle 7, V.Micov 10, P.Biligha 6, M.Roll 11, S.Rodriguez 11, F.Gravaghi, K.Tarczewski 4, G.Tam, A.Cinciarini 3, C.Burns 1, K.Sykes 12, L.Scola 20. Coach: Ettore Messina.

I prossimi impegni delle due squadre sono di natura diversa: infatti l’Olimpia Milano dovrà affrontare in Eurolega il Bayern Monaco giovedì 30 gennaio alle ore 21.15, mentre in campionato se la vedrà contro l’Happy Casa Brindisi sabato 1 febbraio alle ore 20.30.

L’Allianz Trieste invece avrà un altro impegno casalingo molto difficile, visto che dovrà ospitare la Dinamo Sassari di coach Gianmarco Pozzecco, squadra di ottimo livello e che vorrà senza dubbio rifarsi dopo la sconfitta contro l’Aquila Basket Trento.

Per gli altri recap di Lega Basket Serie A clicca qui.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi