Home Lega Basket ACarpegna Prosciutto Pesaro La Reyer Venezia conquista la prima trasferta: espugnata Pesaro

La Reyer Venezia conquista la prima trasferta: espugnata Pesaro

di Andrea Grosso

Carpegna Prosciutto Pesaro 64-76 Reyer Venezia – Alla Vitrifrigo Arena va in scena il posticipo della seconda giornata di Serie A, con la Reyer Venezia che fa visita alla Carpegna Prosciutto Pesaro dell’ex Valerio Mazzola.

I padroni di casa sono reduci dal debutto amaro in casa della Germani Brescia, con gli uomini di coach Buscaglia che hanno maturato la sconfitta contro Della Valle e soci solo nei minuti finali e al termine di un match combattuto. Dall’altra parte invece la formazione oro-granata ha centrato il successo nel match di apertura di questa stagione superando tra le mura amiche la Bertram Tortona, ma la truppa di coach Spahija √® chiamata a riscattare il KO riportato a Londra nel primo turno di EuroCup.

I lagunari dovranno fare ancora a meno di Wiltjer, tenuto a riposo per un problema al ginocchio sofferto contro Tortona.

Carpegna Prosciutto Pesaro-Umana Reyer Venezia: l’analisi del match

Reyer Venezia corsara alla Vitrifrigo Arena. Gli oro-granata si impongono sulla Carpegna Prosciutto Pesaro con una grande prova di solidità e di squadra, dimenticando così la sconfitta europea e centrando il 2/2 in campionato. Per Pesaro invece non arriva solo il secondo KO in altrettanti match, ma anche un passo indietro rispetto a quanto visto a Brescia.

Gli uomini di Spahija conquistano così anche il primo successo esterno della propria stagione. Un trionfo, come nel primo turno contro Tortona, maturato quarto dopo quarto e con due momenti decisivi: il break di 8-0 in avvio di seconda frazione che è valso la doppia cifra di vantaggio e il contro-break di 7-0 con cui Venezia respinge il tentativo di rientro di Pesaro in avvio di ripresa.
Sfida che comunque non era iniziato proprio nel verso giusto per la squadra ospite, con la compagine lagunare che dopo 2′ si trovava sotto 8-0. La Reyer √® stata abile nel rimettersi il prima possibile in pista e nel trovare ritmo, chiudendo la prima frazione avanti sul +4. Nel secondo periodo, caratterizzato da vari errori, Spissu e soci concedono appena 9 punti agli avversari e ne segnano il doppio, portandosi cos√¨ sulla doppia cifra di vantaggio alla pausa lunga. Al rientro dagli spogliatoi Pesaro prova a tornare in scia, ma gli oro-granata respingono al mittente e allungano il proprio gap sul +15. Gli ultimi 10′ di gioco sono di pura gestione per Venezia, che prima tocca il +20 e poi nel finale vede la Carpegna Prosciutto riavvicinarsi sul -12 con cui si chiude il match.

Vittoria che riporta quindi un po’ di serenit√† in casa Reyer, soprattutto per i segnali positivi dati dalla capacit√† di gestire un vantaggio importante (cosa successa con Tortona ma non a Londra). I lagunari da un lato giocano per buoni tratti con una discreta intensit√† difensiva, limitano le palle perse e tirano con un ottimo 9/19 da tre punti, dall’altro per√≤ regalano diversi rimbalzi offensivi (12).
A livello individuale spiccano le prestazioni di Tucker (14 punti, 5/6 dal campo e 1/1 ai liberi; tutti maturati nella prima met√† di gara), Simms (13 punti, 5 rimbalzi e 5/9 dal campo) e, finalmente, Brown Jr (11 punti, 6 rimbalzi e 3 assist). Validi anche i contributi di Parks, che nonostante l’1/6 dal campo raccoglie 4 rimbalzi e 4 assist, e di Tessitori, che al di l√† del pessimo 2/9 al tiro firma 9 rimbalzi (di cui 6 offensivi) e 2 assist. Anonima invece la prova in cabina di regia di uno Spissu da 2 punti e 2 assist.

Per quanto riguarda Pesaro invece, come affermato in apertura, si tratta di un passo indietro rispetto a quanto visto contro Brescia. I ragazzi di coach Buscaglia, tolti i primi 2′ e una piccola scossa ad inizio ripresa, non trovano praticamente mai ritmo e sbagliano tanto a livello offensivo (17/40 da due e 7/25 da tre), sprecando spesso anche le seconde occasioni conquistate a rimbalzo offensivo.
In difesa i bianco-rossi non fanno meglio, con i padroni di casa che perdono terreno minuto dopo minuto faticando a contenere la dinamicit√† e l’intensit√† degli avversari (soprattutto a livello perimetrale).

Per la Carpegna Prosciutto si fanno notare le prestazioni di Bamforth (17 punti, 4 rimbalzi, 2 assist e 7/11 al tiro), McCallum (15 punti, 6 assist, 3 rimbalzi e 6/14 dal campo) e Tot√® (11 punti, 8 rimbalzi e 5/9 al tiro). Negative invece le prove di Tambone (1/8 al tiro e 4 palle perse in 25′) e dell’ex di turno Mazzola (1 punto in 18′).

Il tabellino statistico del match

Parziali: 19-23; 9-18; 17-19; 19-16

Totali: 19-23; 28-41; 45-60; 64-76

Carpegna Prosciutto Pesaro: McCallum* 15, Bamforth* 17, Bluiett* 8, Visconti 10, Ford, Maretto NE, Tambone 2, Stazzonelli NE, Mazzola* 1, Schilling, Totè* 11. Rimbalzi: Totè 8. Assist: McCallum 6. Coach: Buscaglia

Umana Reyer Venezia: Tessitori* 9, Spissu* 2, Casarin 7, De Nicolao NE, O’Connell 7, Parks* 6, Brooks 7, Simms* 13, Iannuzzi NE, Brown Jr 11, Tucker* 14. Rimbalzi: Tessitori 9. Assist: Parks 4. Coach: Spahija

You may also like

Lascia un commento