Home Lega Basket AGermani Brescia La Virtus batte Brescia e si prende la vetta in LBA

La Virtus batte Brescia e si prende la vetta in LBA

di Alessandro Bisetto
Virtus Brescia Shengelia

VIRTUS BOLOGNA 88-76 GERMANI BRESCIA. Il posticipo della Segafredo Arena chiude l’ottava giornata di LBA consegnando una nuova capolista solitaria dopo un mese abbondante di torneo. Le Vu Nere replicano il successo del 24 settembre scorso in Supercoppa, seppur in una gara dall’andamento molto meno scontato. Le fatiche fisiche del doppio turno di Eurolega (dal sapore dolce e amaro) non scalfiscono gli uomini allenati da Luca Banchi, bravi ad ammaestrare una Leonessa mai doma. 

Virtus Bologna-Germani Brescia, l’analisi del match

La Virtus lascia Brescia sotto quota 80 punti segnati per la prima volta in stagione, fattore non banale in virtù dell’arsenale offensivo mostrato dagli ospiti in questo avvio di campionato. Una difesa che si concede qualche black out di troppo nella fase centrale del secondo quarto, tale da consentire alla Germani di riacciuffare il primo allungo dei padroni di casa sul 39-25 e consegnare la contesa in equilibrio alla pausa lunga. 

L’attacco bresciano della ripresa non è, però, lo stesso dei primi due parziali, retto dalle folate di un C.J.Massinburg in versione trascinatore assoluto, ma più volte stritolato dai tentacoli bolognesi vicino ai tabelloni. Il dominio fisico della Virtus sul match è reso evidente ancor più dal dato a rimbalzo, con i padroni di casa avanti nettamente 43 a 27, grazie all’ottimo lavoro dei vari Dunston e Shengelia. Il georgiano sale in cattedra con il passare dei minuti ed è a tutti gli effetti il fattore offensivo costante con cui fare i conti sponda Germani. 

L’ex CSKA si guadagna a mani basse il titolo di MVP mettendo a referto 26 punti, 6 rimbalzi e 7 assist per un eccellente 35 di valutazione. L’attacco virtussino gestisce al meglio l’andamento della gara, sia a livello di circolazione che di spaziature, pungendo, in aggiunta, spesso e volentieri in transizione. Dall’altra parte gli ospiti pagano, invece, la brutta serata al tiro dei propri arcieri, capeggiati da un Andrea Della Valle da 0/5 oltre l’arco. 

Gli assist finali sono 22 per i ragazzi di coach Luca Banchi, esattamente il doppio rispetto a quelli a tabellino per Brescia. Da segnalare, a livello individuale, l’ottimo impatto di Iffe Lundberg sulla partita: il danese è il secondo miglior realizzatore dei suoi con 19 punti ed è la scintilla che accende il pubblico della Segafredo Arena nel primo tempo. 

Il tabellino della gara

Parziali singoli quarti: 26-20; 23-24; 23-19; 16-13

Parziali progressivi: 26-20; 49-44; 72-63; 88-76

Virtus Bologna: Smith7; Dobric 2; Hackett 5; Dunston 5; Abass 5; Lundberg 19; Belinelli 9; Pajola 5; Mascolo n.e; Cacok 5; Shengelia 26; Menalo n.e. Coach: Luca Banchi.

Germani Brescia: Burnell 8; Massinburg 27; Della Valle 7; Petrucelli 8; Cobbins 4; Christon 2; Gabriel; Bilan 12; Tanfoglio n.e; Cournooh 6; Akele 2; Porto. Coach: Alessandro Magro.

You may also like

Lascia un commento