fbpx
Home Lega Basket A Olimpia Milano-Reyer Venezia: Milano soffre più del previsto ma vince

Olimpia Milano-Reyer Venezia: Milano soffre più del previsto ma vince

di Kevin Martorano

Olimpia Milano-Reyer Venezia si è giocata in questa nona giornata di Lega Basket Serie A, una partita che negli ultimi anni è sempre stata una sfida interessante e tra due squadre di vertice del nostro campionato. In casa Olimpia Milano gli assenti per turnover, oltre all’infortunato Luigi Datome, sono stati Sergio Rodriguez, Kevin Punter e Kyle Hines, mentre la Reyer Venezia ha avuto tantissimi assenti causa Covid-19 ed ha quindi giocato con nove giocatori, di cui ben tre sono dei ragazzi aggregati alla prima squadra per questa trasferta, oltre a Davide Casarin che si trova stabilmente nella prima squadra ma che resta comunque un classe 2003.

Olimpia Milano-Reyer Venezia: l’analisi del match

L’Olimpia Milano dopo la vittoria nel derby contro Cantù ha vinto anche la partita contro la Reyer Venezia con il punteggio di 86-72 e faticando più del previsto, viste le tante assenze in casa veneziana. Da segnalare dunque l’ottima partita disputata dai ragazzi di coach Walter De Raffaele, i quali hanno tenuto botta di fronte ad una corazzata di livello europeo e ci hanno permesso di assistere ad una partita godibile e dal buon ritmo.

L’Olimpia Milano ha portato a casa il match grazie al suo talento ed alla sua profondità di roster, visto che nonostante le varie assenze ha potuto mettere in campo giocatori affermati e di altissimo livello. A fare la differenza però è stata la metà campo difensiva della squadra milanese, visto che la squadra lagunare ha perso ben 17 palloni nel corso del match, la maggior parte dettati dalla grande pressione difensiva messa dalla squadra di coach Ettore Messina

In particolare è stata eccelsa la difesa nel pitturato della squadra milanese, visto che la Reyer Venezia ha tirato con un bruttissimo 11/29 da due punti, mentre da tre punti dopo un avvio strepitoso ha visto la propria percentuale abbassarsi fino al 42.3% finale (11/26).

Inoltre c’è stata un’ottima prestazione al tiro da due punti per la squadra milanese, visto che l’Olimpia ha tirato con 25/47 da dentro l’arco, frutto di una partita eccezionale di Zach LeDay, che ha chiuso con 20 punti e 6 rimbalzi, tirando con 8/13 da due punti.

La Reyer Venezia è riuscita a restare in partita per più di 20 minuti grazie soprattutto al proprio tiro da tre punti, oltre che ad un eccezionale Isaac Fotu che ha letteralmente dominato la partita, chiudendo con 25 punti in 30 minuti di gioco. Da segnalare anche un ottimo primo tempo di Julyan Stone, il quale ha chiuso la sua partita con 8 punti, 6 assist e 4 rimbalzi, ma che ha costruito le proprie statistiche quasi interamente nella prima metà di gioco.

Il tabellino statistico del match

Parziali singoli quarti: 21-25; 23-14; 27-16; 15-17.

Parziali progressivi: 21-25; 44-39; 71-55: 86-72.

Olimpia Milano: Z.LeDay 20, D.Moretti 4, V.Micov 2, R.Moraschini 5, M.Roll 8, K.Tarczewski 6, P.Biligha 2, A.Cinciarini 4, M.Delaney 16, S.Shields 14, J.Brooks 5, L.Datome n.e. Coach: Ettore Messina.

Reyer Venezia: D.Casarin 7, J.Stone 8, M.Bramos 9, A.Daye 10, J.Chappell 9, L.Possamai, L.Biancotto 2, I.Fotu 25, G.Bellato 2. Coach: Walter De Raffaele.

 

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi