fbpx
Home Lega Basket AAcqua S.Bernardo Cantù Acqua S.Bernardo Cantù-Virtus Roma: la spuntano i brianzoli

Acqua S.Bernardo Cantù-Virtus Roma: la spuntano i brianzoli

di Marco Fasano

La Pallacanestro Cantù riscatta il brutto KO infrasettimanale contro la DeLonghi Treviso e ritrova il successo tra le mura amiche, sconfiggendo la Virtus Roma per 101-85. Capitolini che incassano la terza sconfitta su quattro in terra lombarda (unica vittoria a Brescia) e rimangono a quota 4 punti in classifica.

Cantù ancora orfana di Maarten Leunen, mentre per Roma è stato recuperato Gerald Robinson. Non è partito con la squadra Dario Hunt, con cui la società sta cercando di ricucire i rapporti.

Acqua S.Bernardo Cantù-Virtus Roma: le chiavi del match

Prestazione stellare dal punto di vista offensivo per gli uomini di coach Cesare Pancotto, che per la prima volta in stagione hanno superato la soglia dei 100 punti. Grazie ad una rapidissima circolazione di palla ed un gioco interno solido (permesso anche dall’assenza di Dario Hunt) Cantù è riuscita a risollevarsi dopo tre sconfitte consecutive. Il tiro dai 6.75 si conferma uno dei cavalli di battaglia del club brianzolo, terzo in campionato sotto questa voce. Tuttavia, difficilmente i biancoblu ripeteranno il 54% messo a segno stasera, con 13 triple su 24 tentativi. 

Partita inizialmente equilibrata, ma che nel secondo periodo Cantù ha prepotentemente indirizzato, con il parziale di 23-15 che ha permesso ai padroni di casa di andare negli spogliatoi con un comodo +10 a favore.

Premio di MVP dell’incontro facilmente assegnabile a Donte Thomas: per lui 21 punti con il 100% da due e 2/3 da tre punti, oltre a ben 12 rimbalzi e 5 falli subiti.

Per quanta riguarda Roma, basta dare un’occhiata al tabellone segnapunti per notare una prova difensiva decisamente deficitaria. Oltre alla scarsa pressione sui tiri da dietro l’arco, i ragazzi di coach Piero Bucchi sono sembrati svogliati e soprattutto disorganizzati. Spesso, infatti, è capitato che un giocatore dei padroni di casa tirasse senza alcuna contestazione, a causa della scarsa intesa tra i giocatori di Roma sul piano aiuti e cambi difensivi.

Soddisfacente la performance dall’altra parte del campo, con un sorprendente Ygor Biordi da 14 punti. Il pick and roll con Tommaso Baldasso (top scorer con 19 punti) ha messo spesso in difficoltà la difesa canturina, che più di qualche volta ha lasciato un buco di troppo. Piuttosto basse (23%) la percentuale da dietro l’arco, vero handicap dell’attacco capitolino quest’oggi.

Il tabellino statistico del match

Parziali singoli quarti: 23-21; 23-15; 28-27; 27-22.

Parziali progressivi: 23-21; 46-36; 74-63; 101-85.

Virtus Roma: R.Cervi 4, T.Baldasso 19, L.Campogrande 4, D.Hadzic 5, Y.Biordi 14, J.Wilson 12, G.Robinson 12, A.Beane 15, N.Ticic n.e., P.Nizza n.e. Coach: Piero Bucchi

S.Bernardo Cantù: D.Thomas 21, J.Smith 18, S.Kennedy 18, J.Woodard 5, G.Procida 15, M.Leunen n.e., A.La Torre 3, D.Bresolin, J.Johnson 11, J.Bayehe 2, B. Baparapè n.e., A.Pecchia 8. Coach: Cesare Pancotto

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi