fbpx
Home Lega Basket ACarpegna Prosciutto Basket Pesaro Reyer Venezia-Carpegna Prosciutto Pesaro: una sfida impari

Reyer Venezia-Carpegna Prosciutto Pesaro: una sfida impari

di Daniele Morbio

Penultima giornata del girone di andata di Lega Basket Serie A che offre Reyer Venezia-Carpegna Prosciutto Pesaro (domenica 29 ore 18.00).

Una sfida sicuramente impari per le qualità tecniche e fisiche dei due team, in quanto i campioni d’Italia stanno provando a mettersi alle spalle un inizio di campionato balbettante (4 KO in 7 gare) con dei risultati positivi ottenuti a Reggio Emilia dominando la partita (85-104), e con Roma all’ultimo respiro (79-77, decisivo il tap-in di Daye).

Dall’altra parte i marchigiani sono nella più totale crisi e non hanno ancora trovato il successo in 15 partite fin qui disputate. La sfida tra Venezia e Pesaro sarà trasmessa in diretta streaming su Eurosport Player (cronaca affidata a Mario Castelli), mentre i tre arbitri saranno Maurizio Biggi, Gianluca Sardella e Sergio Noce.

Reyer Venezia-Carpegna Prosciutto Pesaro: le chiavi della sfida

È complicato parlare di chiavi in quella che sembra essere una sfida col risultato già scritto, ma il basket è da sempre uno sport imprevedibile dunque proviamo ad analizzare alcune situazioni

• l’approccio di Venezia: la squadra lagunare con Roma ha mostrato un approccio alla partita piuttosto morbido e superficiale, cosa che ha mandato su tutte le furie coach Walter De Raffaele nel post gara. Se i ragazzi oro-granata approcceranno la partita nella giusta maniera e con la durezza mentale che richiede ogni impegno allora non ci dovrebbero essere grossi problemi nel gestire una partita che è una trappola.

Pesaro arriva a Venezia senza mai aver vinto ed in più sfida i campioni d’Italia: una partita che motiva già così la truppa marchigiana, motivo per cui la Reyer non può calare di concentrazione e non può distrarsi.

• la lotta a rimbalzo: Pesaro è la migliore del campionato alla voce “rimbalzi offensivi”; Venezia dalla sua ha maggior stazza, maggior atletismo e maggior esperienza. Servirà impattare nella giusta maniera la partita a rimbalzo difensivo per impedire a Pesaro di costruirsi troppi secondi tiri. Mitchell Watt e Gasper Vidmar dovranno avere la giusta intensità contro i lunghi pesaresi.

la difesa: Pesaro incassa più di 91 punti a partita, Venezia 74,4. Già qua si dovrebbe avere un quadro abbastanza chiaro della difficoltà dell’impegno per il fanalino di coda del nostro campionato. Se a ciò ci aggiungiamo il fatto che la Reyer in casa ha vinto 6 gare su 7 (KO con Milano arrivato soltanto nel finale) e costringe gli avversari a poco più di 60 punti di media segnati, allora si capisce che servirà un’impresa titanica per espugnare il Taliercio.

• il talento smisurato in casa Reyer: non c’è solo il capitano Michael Bramos (tiratore micidiale) da adocchiare sicuramente: Austin Daye è in un momento di forma stratosferico e nelle ultime tre uscite viaggia a più di 20 punti di media (28 solo contro Roma); Mitchell Watt è uno dei centri più difficili da marcare del nostro campionato: 37 punti complessivi nelle ultime due uscite stagionali. A ciò si aggiunge uno Stefano Tonut in crescita dopo un avvio difficoltoso e un Andrea De Nicolao sempre molto solido.

Pesaro dal canto suo può contare sul terzo miglior realizzatore del campionato (Jaylen Barford, 17,2 punti di media) e su un playmaker di buon livello come il serbo Vasa Pusica, buon realizzatore e buon tiratore, e su due lunghi italiani che stanno facendo bene come Simone Zanotti e Leonardo Totè: per passare a Venezia servirà però una grandissima impresa.

Il momento delle due squadre

Venezia potrebbe ritrovare Bruno Cerella, Pesaro dovrebbe inserire a referto Zach Thomas: le ultime dagli spogliatoi dicono questo, con la formazione campione d’Italia che cerca il terzo successo filato in campionato per consolidare l’ottava piazza, che garantirebbe le Final Eight di Coppa Italia. Pesaro invece, come detto in precedenza, è ancora a caccia del primo successo assoluto in questo campionato, visto che chiude la classifica con 0 punti.

Reyer Venezia-Carpegna Prosciutto Pesaro: precedenti, ex e pronostico

Venezia ha vinto 4 delle ultime 5 uscite contro Pesaro. L’ultimo successo esterno dei marchigiani è arrivato dopo un tempo supplementare nella stagione 2015/2016. Sfida numero 81 tra le due squadre, 42 vittorie per Pesaro, 38 per Venezia.

Gli ex della partita sono Austin Daye (protagonista nel successo pesarese del 15/16 a Venezia), Federico Miaschi e Leonardo Totè. Il pronostico vede nettamente favorita Venezia: 85% Venezia, 15% Pesaro.

Per le altre preview delle partite della sedicesima giornata di Lega Basket Serie A clicca qui.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi