fbpx
Home Lega Basket A Reyer Venezia- UNAHOTELS Reggio Emilia: esultano gli oro-granata

Reyer Venezia- UNAHOTELS Reggio Emilia: esultano gli oro-granata

di Daniele Morbio

L’ultima partita del turno vede di fronte la Reyer Venezia contro la UNAHOTELS Reggio Emilia in quello che si può definire come un mezzo spareggio per raggiungere le F8 di Coppa Italia: se Venezia è già qualificata da ieri grazie alla Virtus Bologna, lo stesso non si può dire per i reggiani di coach Martino, che devono vincere per essere a Milano. La squadra di Walter De Raffaele nonostante sia già qualificata vuole i due punti per tenere il passo delle prime quattro e chiudere il girone di andata al quinto posto. Per questa partita coach De Raffaele si affida ancora a Gasper Vidmar e lascia in tribuna per la seconda volta consecutiva Isaac Fotu, con Valerio Mazzola che sta ancora recuperando dall’infortunio muscolare di 40 giorni fa; mentre la squadra reggiana è in emergenza e l’infortunio di Justin Johnson acuisce il problema di roster corto, che sarà tamponato con gli innesti di Dominique Sutton e di Petteri Koponen (dovrebbe arrivare a breve in città).

La partita tra oro-granata e bianco-rossi è un monologo dei padroni di casa, con un distacco piuttosto netto già all’intervallo (54-39) e mantenuto su cifre confortanti nel terzo e quarto quarto, per un finale complessivo di 95-75. Con la vittoria odierna i lagunari salgono a quota 16 e si riportano a meno 2 da Sassari e Virtus Bologna, mentre la squadra di coach Martino resta a quota 12.

Reyer Venezia-Reggio Emilia: le chiavi del match

Successo largo e piuttosto agevole per la Reyer Venezia, che mette le mani sulla partita già nel primo tempo grazie ad una grande intensità. L’impatto sulla partita di Mitchell Watt, Andrea De Nicolao Stefano Tonut è stato devastante, con il triestino capace di affondare il colpo dall’arco per allontanare Reggio Emilia. Mitchell Watt ha letteralmente dominato la sfida sotto i ferri contro i 2 pari ruolo avversari, chiudendo la sua super partita con una prova da 22 punti, 8 rimbalzi, 4 recuperi e 2 assist, con 32 di valutazione. Nella fuga lagunare del primo tempo è determinante – però – la percentuale del tiro da 3 punti: un 10/16 letteralmente devastante, un tiro al bersaglio che ha piegato la resistenza ospite ed ha permesso a Venezia di gestire a proprio piacimento il prosieguo della partita con profonde rotazioni e ritmo tenuto quasi sempre alto.

Nel secondo tempo i padroni di casa dominano vicino al ferro con lo stesso Watt e con Gasper Vidmar, prima di gestire con calma olimpica gli ultimi minuti. Poco ha potuto la squadra reggiana nonostante le ottime prove di Filippo Baldi Rossi Brandon Taylor, sfiancata a lungo andare da precisione, intensità e profondità di una Reyer dominante sotto le plance e sul piano fisico. Da rivedere – per i bianco-rossi – le prove di Tomas Kyzlink Joshua Bostic, troppo imprecisi al tiro (5/17 complessivo), messi in grossa difficoltà dal fisico e dalle mani velenose di specialisti come Julyan Stone Michael Bramos.

Come detto sopra, i rimbalzi, il controllo del ritmo, la fisicità e la profondità del roster veneziano ha fatto la differenza contro una squadra che era davvero troppo corta per pensare di giocarsela alla pari; poi se ai lagunari entra tutto nel primo tempo è davvero notte fonda. Di certo non era questa la partita del giudizio per Reggio Emilia, che ora spera di inserire al più presto i due nuovi innesti per rilanciarsi, trovare fiducia e ritmo in ottica futura.

I tabellini

Reyer Venezia: D. Casarin 6; J. Stone 0; M. Bramos 6; S. Tonut 14; A. Daye  18; A. De Nicolao 12; L. Campogrande 7; G. Vidmar 6; J. Chappell 2; L. D’Ercole 0; B. Cerella 2; M. Watt 22.

UNAHOTELS Reggio Emilia: J. Bostic 10; L. Candi 9; F. Baldi Rossi 17; C. Porfilio n.e; B. Taylor 17; M. Giannini n.e; F. Elegar 10; F. Bonacini n.e; M. Diouf 6; T. Kyzlink 6.

Parziali progressivi: 26-19; 54-39; 71-54; 95-75.

Parziali singoli quarti: 26-19; 28-20; 17-15; 24-21.

MVP NBA Passion: Mitchell Watt. 22 punti, 8 rimbalzi, 4 recuperi, 2 assist, 1 stoppata, 31 valutazione.

 

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi