fbpx
Home Lega Basket ASerie A2 Ravenna-Verona: la sfida che non ti aspetti

Ravenna-Verona: la sfida che non ti aspetti

di Luca Grassetti

Sette giorni fa pronosticare un quarto di finale Ravenna-Verona sarebbe stato quasi utopia.

In quel di Biella ancora si chiedono se la mattina post Gara-5 fosse un incubo oppure la triste realtà. E’ infatti stato un vero e proprio suicidio quello dell’Angelico capace di farsi rimontare dopo le prime due gare dominate in lungo e in largo.

QUI VERONA

L’impresa di Verona acquista maggior valore se, considerato che fino alla decisiva gara 5, nessuno era mai stato in grado di espugnare il Pala Lauretana in questa stagione. Oltre ai demeriti dei piemontesi che si sono smarriti davanti all’enorme pressione, sono da sottolineare tutti i pregi della prestazione della Scaligera che senza niente da perdere è andata a disputare la migliore settimana dei suoi recenti anni nella seconda lega.

Dopo due anni di cocenti delusioni ai playoff, proprio quando il pronostico pendeva a proprio sfavore, gli Scaligeri hanno sfoderato tre brillanti prestazioni grazie al talento di Portannesse e Robinson supportato da un eccellente difesa che ha fortemente limitato il miglior duo USA di tutta la Lega.

Il percorso dei veneti verso la promozione, che continua tutt’ora ad apparire un miraggio, avrà come prossimo ostacolo Ravenna. I romagnoli hanno chiuso la pratica al primo turno già in gara 4, riuscendo nella difficile impresa di espugnare il Pala Tiziano. Anche per loro si tratta di una qualificazione tutt’altro che scontata vista l’esperienza e la continuità del club capitolino nel disputare serie play-off.

QUI RAVENNA

Il fattore campo sarà a favore di Ravenna che ha chiuso al quarto posto la stagione regolare, in cui nello scontro diretto coi veneti si è imposta in casa senza riuscire però ad espugnare il palazzetto veronese.

Per indisponibilità del Pala DeAndrè Ravenna sarà costretta a disputare i match casalinghi nella non lontana Faenza, aspetto che potrebbe sfavorire la squadra di Coach Martino privata del solito calore del suo pubblico.

Se questo fattore potrebbe privilegiare la Scaligera, i veronesi dovranno però scendere in campo dopo soli pochi giorni dal termine della serie-maratona contro Biella.

Gara 5 ha portato un immenso dispendio di energie fisiche e mentali ai veneti che hanno dovuto disputare anche un fondamentale over-time. La fatica e l’appagamento per aver eliminato una delle favorite potrebbe parzialmente compromettere l’impatto su questa serie .

Un successo della OraSì in gara 1 appare dunque tutt’altro che improbabile, difficile però che il proseguo della serie tenda nettamente a favore dei Romagnoli. Coach Dalmonte riesce sempre a trovare soluzioni tattiche per limitare il talento offensivo dei terminali avversari.

Sicuramente il corso della serie e la maggiore conoscenza della coppia Smith-Marks favorirà le letture di Dalmonte e permetterà di trovare i giusti accorgimenti tattici. Si preannuncia una serie lunga ed equilibrata. Parola al campo dunque per dirci chi alla fine approderà tra le migliori quattro del torneo.

 

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi