fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationApprofondimenti Continua la striscia dei Clippers: anche Miami si arrende

Continua la striscia dei Clippers: anche Miami si arrende

di Federico Sarchi

Nonostante le pesanti assenze di Blake Griffin e DeAndre Jordan i Los Angeles Clippers ottengono una importantissima vittoria casalinga contro i Miami Heat. La Franchigia californiana cavalca una striscia di 10 vittorie consecutive, di cui 9 dall’infortunio di Griffin, che sta permettendo ai ragazzi di coach Doc Rivers di rimediare ad un avvio di stagione non proprio brillante.

Si è interrotta quindi stanotte la striscia di partite giocate consecutive di DeAndre Jordan, una polmonite infatti lo ha costretto ai box e ciò non accadeva dal marzo 2001, precisamente 360 partite fa. La sua assenza comunque non ha pesato più di tanto, in primis visto lo stato di forma non eccellente del suo diretto rivale Hassan Whiteside e secondo grazie all’ottima prestazione del suo sostituto Cole Aldrich. Il lungo mette a referto 19 punti e 7 rimbalzi con il 50% dal campo alla sua prima da titolare in maglia Clippers. “ Cole sa perfettemante chi è. Lui ha questo determinato corpo e lo sfrutta di conseguenza,” ha dichiarato Rivers. “non prova a batterti atleticamente, si limita a mettere il corpo nella posizione giusta”.

Anche Chris Paul spende parole al miele per la grande prestazione del compagno. “Cole è un ragazzo sempre pronto, ogni volta che viene chiamato gioca e fa quello che deve fare. Le assenze di alcuni giocatori stanno permettendo ad altri di acquistare confidenza con il campo”

Solida comunque anche la prova di Chris Paul che con 15 punti e 12 assist gestisce alla perfezione l’attacco californiano, causando un unica palla persa e prendendosi addirittura 6 rimbalzi Fondamentale è stato anche l’apporto di Pablo Prigioni che ruba ben 8 palloni firmando il suo massimo in carriera e il massimo in casa Clippers nell’era Rivers. “ Pablo è un veterano molto furbo” ha detto Doc Rivers. “ 8 rubate in 14 minuti è impressionante ma questo è ciò che fa. Continuamente fa impazzire Lawrence Franck ( assistente allenatore) perché in metà delle palle recuperate dovrebbe essere in difesa”

Miami comunque è la prima squadra nella striscia di vittorie dei Clippers che supera il 50% di vittorie. La prova degli Heat non è stata per nulla brillante e continua una serie di 3 sconfitte consecutive, cosa mai accaduta a Miami questa stagione. Buona è stata però la serata di Gerald Green che chiude con 19 punti e 4 su 8 da tre punti. Benino anche Dwyane Wade che mette a referto 16 punti e 8 assist. Elemento chiave della partita sono state le palle perse, infatti Miami ne commette 24 contro le sole 8 dei Clippers. Positivo è invece il ritorno in campo dopo un breve stop di Hassan Whiteside che partendo dalla panchina chiude il match con 10 punti e 11 rimbalzi in 27 minuti di gioco. La sconfitta di Miami risulta comunque abbastanza pesante vista la grande lotta nella Estern Conference per i PlayOff. Resta comunque in una posizione intermedia infatti dista giusto un paio di partite sia dal secondo posto che dal nono, rispettivamente di Toronto Raptors e Boston Celtics.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi