Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsChicago Bulls Bulls, Eversley: “Faremo tutto il possibile per tenere Zach LaVine”

Bulls, Eversley: “Faremo tutto il possibile per tenere Zach LaVine”

di Carmen Apadula
Zach LaVine

Con il Draft NBA ormai andato, l’attenzione di tutta la lega si sposta sulla free agency. E, per quanto riguarda i Chicago Bulls, al momento non c’è free agent più importante di Zach LaVine.

Ribadendo le precedenti dichiarazioni del presidente della squadra Michael Reinsdorf e del vicepresidente esecutivo Artūras Karnišovas, il general manager Marc Eversley si è detto fiducioso del fatto che i Bulls saranno in grado di mantenere la guardia nel loro roster.

“Siamo pronti a fare tutto il necessario per riportare Zach all’ovile e farlo rimanere in squadra“ ha detto Eversley questa notte, dopo che il team ha scelto l’ala da Arizona Dalen Terry con la 18esima scelta assoluta. “Non vediamo l’ora di incontrarci con Zach e Rich Paul, per parlare di quello che sarà il suo futuro e quello dei Chicago Bulls”.

Questa frase, che fa riferimento anche all’agente di LaVine, è arrivata in risposta a una domanda diretta, in cui si chiedeva se i Bulls siano pronti o meno ad offrire al due volte All-Star un contratto massimo. 

E i Bulls non solo possono offrire a LaVine anche un quinto anno di stipendio extra (cosa che altre squadre non possono fare), ma anche aumenti annuali più elevati. Un’offerta di contratto massimo quinquennale da parte dei Bulls avrebbe infatti un valore di circa 212 milioni di dollari, mentre un’offerta concorrente sarebbe di circa 157 milioni in 4 anni.

“Zach è un due volte All-Star, è un olimpionico ed è stato un fantastico giocatore fino ad ora” ha detto Eversley. “Abbiamo tutte le intenzioni di tenerlo con noi. Siamo entusiasti dell’opportunità di incontrarlo e parlare con lui. Pensiamo che sarà entusiasta anche lui, e non vediamo l’ora che arrivi quel giorno”.

Eversley ha detto di non essere sicuro su ciò che farà LaVine, e che quindi non sa se si impegnerà con altre squadre o accetterà l’offerta dei Bulls quando la free agency si aprirà il 30 di giugno. 

In precedenza, la guardia aveva detto di voler restare con “gli occhi ben aperti”, il che ha ovviamente portato molti a pensare che propendesse per l’andare via. Ma l’elenco dei team con il massimo spazio salariale è composto da squadre che non sono da playoffs e, per essere inserito in una contender con un buon contratto, sarebbe necessario un intricato giro attraverso una sign-and-trade. 

Dunque, negli ultimi giorni molti dei rumors riguardo alla possibile partenza di LaVine si sono spenti, e di conseguenza si è diffusa la sensazione che la guardia rimanga con i Bulls.

You may also like

Lascia un commento