fbpx
Home NBA, National Basketball Association EuRubrique: la rubrica di Eurolega

EuRubrique: la rubrica di Eurolega

di Carlofilippo Vardelli

Eccoci con EuRubrique. La rubrica di Eurolega che parte per lo sprint finale, non si volta indietro e tira dritto. Come un attacco del Panta (già 13 anni senza), deciso, potente e mortale per chi prova  a stargli dietro. Commentiamo.

MILANO CADE A ISTANBUL E SALUTA LE RISICATE CHANCE. LA DAVANTI VINCONO TUTTE, TRANNE IL FENER. LA SITUAZIONE DEL BARCELLONA MI RICORDA QUELLA DEL MILAN CON IN ATTACCO JOSE’ MARI.

1) Partiamo con le red shoes. Hanno perso contro l’Efes e per l’ennesima volta non sono sembrati inferiori ad una squadra che è molto messa meglio di loro. Niente, è finita. Cercate di terminare la stagione con onore, che ci riproviamo l’anno prossimo. #TrustTheProcess

2) Quando sottolineavo la solidità dell’Olympiacos, intendevo esattamente quello che si è visto ieri. Loro le partite mezze e mezze, cioè quelle dove rischi di inciampare, non le sbagliano MAI. Come al solito hanno tirato la carretta i due veteranissimi, più Matt Lojeski (mio giocatore preferito). Le partite sbagliate da “Matt” quest’anno, sono meno delle sconfitte dalla Juve.

3) CSKA a valanga sulla povera Stella Rossa. Quando hanno a roster i due fenomeni, giocano in casa, stanno bene e hanno voglia, non c’è né. Mettetevi il cuore in pace.

4) Il Fenerbahce ha perso, ma per me, che lo seguo da ottobre è un non-novità. Grande vittoria del Dogus che resta attaccato al treno playoff.

5) Monster GIF/play per Ante Zizic. Sento tanto Doncic e poco Zizic. Otto partite, 10 punti con quasi 8 rimbalzi di media. Ah! Ha 20 anni…

6) Il Real vince in trasferta, anche quando Llull gli fa 2 punti con 0/5 dal campo. Otto vittorie filate, miglior striscia dell’anno, che è ancora aperta e primo posto. Qua ci vorrebbe Clooney con il caffè che fa “què màs?”.

7) Il Barça è morto, come Ronaldo pre-finale 1998 in Francia. Bartzokas già ha pochi capelli e la faccia bastonata, pensate quando si è svegliato stamattina e ha scoperto che ha un piede nella fossa in eurolega, e in campionato se la deve vedere con Real e Baskonia. Lasciamo che l’immaginazione faccia il suo corso.

8) Clamoroso il Baskonia-gate a Tel-Aviv. Perdono di uno contro i morti viventi del Maccabi. Il mago sta tornando (17 in 20 minuti, per un giocatore che offensivamente non ha senso di esistere), però la sconfitta è dura. Dura, non devastante, però se vincevano era meglio.

9) Pana-Bamberg era il nostro derby aleVSnick. Non abbiamo visto nulla di quello che volevamo (da italiani). Peccato. Per la fredda cronaca, hanno vinto i verdoni.

10) Nel Brasile c’era Garrincha, che dribblava sempre dalla stessa parte, TUTTI SAPEVANO e lui dribblava lo stesso. Spanoulis, TUTTI LO SANNO e lui segna lo stesso.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi