fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsCleveland Cavaliers Andre Drummond, in caso di buyout i Brooklyn Nets grandi favoriti

Andre Drummond, in caso di buyout i Brooklyn Nets grandi favoriti

di Michele Gibin

Andre Drummond dei Cleveland Cavs sarebbe uno deci candidati principali quando si aprirà il mercato parallelo dei buyout, soltamente attorno alla trade deadline (25 marzo 2021) e immediatamente dopo, assieme a Derrick Rose dei Detroit Pistons.

E se risoluzione contrattuale per Drummond sarà, per un giocatore in scadenza di contratto e che con l’arrivo di Jarrett Allen non rientra più nei piani a lungo termine dei Cavs, una delle sistemazioni più probabili sono i Brooklyn Nets del big three Durant-Harden-Irving, che dop l’arrivo del Barba da Houston sono rimasti praticamente sguarniti sotto canestro.

I Cavaliers che tre anni dopo il secondo addio di LeBron James intravedono finalmente un nucleo giovane e di talento con Collin Sexton, Darius Garland, Isaac Okoro, Cedi Osman e il nuovo arrivato Jarrett Allen, con Larry Nance Jr, possono rinunciare a Dummond e non pagare troppo la sua partenza. Di certo, Koby Altman preferirebbe trovare una sistemazione via trade sia all’ex Pistons che a Kevin Love, soprattutto per immagazzinare scelte future al draft. La cessione di Love presenta il grosso problema del contratto del gioatore, lungo e oneroso, unito a quello delle condizioni fisiche (Love è out er un problema muscolare a un polpaccio da ormai tre settimane).

Quella di Drummond potrebbe rivelarsi più semplice, ma resta difficile capire quale squadra possa accollarsi l’ultimo anno del suo contratto (28.7 milioni di dollari)) senza la certezza che il giocatore resterà oltre il 2021.

I Nets non possono arrivare dal canto loro a Drummond via trade. Per Brooklyn il ripiego JaVale McGee sembra l’opzione più probabile e un giocatore comunque utile a tappare la falla sotto canestro, ma Andre Drummond è un giocatore superiore in tutto e per tutto all’ex Lakers e Warriors.

I Nets di Durant, Harden e Irving sono 20esimi per defensive rating in stagione e 20esimi per percentuale di rimbalzi catturati, se si considerano le partite giocate dopo la trade e la partenza di Allen. DeAndre Jordan e il rookie Reggie Perry sono assieme a Jeff Green le uniche alternative in posizione di centro per coach Steve Nash, un rinforozo di peso è assoltamente necessario.

Andre Drummond sta viaggiando in stagione a oltre 18 punti e1 4 rimbalzi di media a gara, cifre alla mano una delle sue migliori stagioni in carriera. Drummond ha speso le prime 7 stagioni e mezzo in carriera ai Pistons, giocando i playoffs due sole volte e mai superando il primo turno, Cleveland è quest’anno squadra da corsa per un posto almeno tra le squadre che si giocheranno i play-in per l’accesso al tabellone principale dei playoffs, ma Brooklyn è una squadra che punta decisamente alla finale NBA, e se le circostanze dovessero favorirlo tra un paio di mesi, Andre Drummond potrebbe ottenere un buyout per poi volare ai Nets. Con Allen, Nance Jr, il difficilmente scambiabile Love e una squadra che guarda al draft e alla free agency 2022 con interesse e un roster potenzialmente di ottimo livello, a Cleveland Drummond non troverebbe l’estensione contrattuale pluriennale che cerca.

Le squadre da classifica potenzialmene interessate a Andre Drummond via trade non saranno molte. I Boston Celtics hanno rimediato con Tristan Thompson a novembre, i Toronto Raptors potrebbero tentare di “comprare” quache mese di un giocatore da doppia doppia fissa come l’ex Pistons, ma senza alcuna garanzia di rinnovo. I Dallas Mavericks sembrano una destinazione più plausibile così come gli Charlotte Hornets.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi