fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsLos Angeles Clippers Darren Collison, rientro rimandato a dopo l’All-Star, favoriti Lakers e Clippers

Darren Collison, rientro rimandato a dopo l’All-Star, favoriti Lakers e Clippers

di Gabriele Melina

Darren Collison, ex point guard degli Indiana Pacers, avrebbe preso in considerazione l’idea di un possibile ritorno nella maggiore lega di pallacanestro americana. Il veterano con alle spalle dieci anni di carriera NBA aveva abbandonato la pallacanestro giocata nella scorsa estate, per dedicare la sua vita alla fede, essendo da tempo un Testimone di Geova.

Le due squadre a cui il trentaduenne sarebbe maggiormente interessato sono le due rivali di Los Angeles, Lakers e Clippers. Collison è cresciuto in California ed ha trascorso le sue quattro stagioni a livello universitario ad UCLA, perciò un possibile approdo in una di queste due franchigie lo riporterebbe in una zona a lui piuttosto familiare.

Secondo quanto riportato da una fonte di Heavy.com, il giocatore prenderà la sua decisione finale al termine della settimana delle stelle, che si terrà a Chicago dal 14 al 16 febbraio: “Collison prenderà la sua decisione al termina della pausa in vista dell’All-Star Weekend. Lui è rimasto in gran forma durante il periodo di fermo, è sarà capace di reinserirsi a breve termine una volta che avrà siglato un contratto”.

Lakers e Clippers sono in cerca di una point guard come Collison

I Los Angeles Lakers ed i Los Angeles Clippers occupano rispettivamente la prima e la seconda posizione nella Western Conference. I primi, capitanati dal duo LeBron James ed Anthony Davis, conducono la vetta della classifica con un record di trentotto vittorie ed undici sconfitte, secondi solo ai Milwaukee Bucks per successi stagionali nell’intera lega.

L’altra faccia della medaglia riguarda la squadra di coach Doc Rivers, la quale ha preferito iniziare seguendo un andamento più lento, facendo riposare ad alternanza le sue due superstar Kawhi Leonard e Paul George. Nonostante ciò, i Clippers hanno tutt’oggi vinto trentacinque dei cinquanta incontri totali disputati, grazie alle grandi prestazioni dell’ex Oklahoma City Thunder da 22.7 punti di media a serata e dell’MVP delle scorse finali con 27.4 punti e 7.6 rimbalzi.

Eppure, sembra esserci un punto debole che accomuna entrambe le corazzate losangeline: il reparto regia di ciascuna squadra è privo di un giocatore specializzato nel controllare il pallone in modo efficiente e di mettere in ritmo i propri compagni.

Difatti, escludendo il quattro volte MVP della stagione regolare, la rotazione di Frank Vogel è priva di un giocatore di questo tipo. Le point guard sotto contratto sono Quinn Cook, lontano dal ruolo che Collison andrebbe a ricoprire, e Rajon Rondo, il quale sarebbe un ottimo candidato per questo compito, se non fosse che il suo stato fisico e la sua età lo hanno portato ad aver sempre meno minuti in questa stagione (21.2 minuti a gara, minimo in carriera), ciò non toglie che potrebbe risultare una buona pedina in situazioni di difficoltà nei playoffs.

La sponda Clippers, invece, presenta a roster una sola point-guard effettiva, e questa è Patrick Beverley. L’ex Houston Rockets ha oramai gettato le fondamenta del suo gioco sul suo grande spirito tenace e combattivo, ed è piuttosto improbabile che apporti una tale modifica al suo ruolo per diventare un facilitatore del gioco.

Darren Collison prenderà la sua decisione finale dopo l’All-Star Game, favoriti Lakers e Clippersna stagione, quella 2013\14, nell’allora Lob City, ma la sua permanenza qui non è terminata nel migliore dei modi, e questo avvenimento potrebbe risultare un fattore determinante nella scelta che il trentaduenne dovrebbe compiere tra poco più di una settimana.

 

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi