I Sixers decidono di rifirmare Furkan Korkmaz | Nba Passion
144689
post-template-default,single,single-post,postid-144689,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,no_animation_on_touch,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

I Sixers decidono di rifirmare Furkan Korkmaz

sixers korkmaz

I Sixers decidono di rifirmare Furkan Korkmaz

Furkan Korkmaz ha firmato un’estensione contrattuale di due anni coi Philadelphia 76ers, col primo anno totalmente garantito. Lo riporta Adrian Wojnarowski di ESPN.

Il ventiduenne turco fu selezionato dalla franchigia della Pennsylvania con la scelta numero 26 del primo giro del draft NBA 2016. Korkmaz aveva trascorso un altro anno in Turchia per maturare, per poi approdare ai Sixers dove ha disputato le due passate annate. Le sue prestazioni non hanno brillato particolarmente: ha chiuso la passata stagione con 5.8 punti di media a partita, 2.2 rimbalzi di media a partita, col 40.0% dal campo e l’81.8% dai tiri liberi.

Korkmaz e il piano dei Sixers

Inizialmente la franchigia non aveva intenzione di rifirmare il turco, che si vociferava potesse tornare a giocare in Europa. Tuttavia la squadra ha dovuto affrontare la perdita di J.J Redick, che è sbarcato a New Orleans Pelicans, e la scelta di Kyle Korver che ha preferito sposare il progetto dei Milwaukee Bucks. Così i Sixers sono corsi ai ripari ed hanno ripiegato su Korkmaz.

Durante questa free agency a Philadelphia è andata in scena una vera e propria rivoluzione: Jimmy Butler ha scelto Miami nella trade che invece ha portato Josh Richardson in Pennsylvania, mentre J.J Redick è volato dai Pelicans. Nel frattempo la dirigenza ha rifirmato Tobias Harris ed è giunto alla corte di coach Brett Brown Al Horford da Boston.

Con un quintetto molto fisico formato da Ben Simmons, Josh Richardson, Tobias Harris, Al Horford e Joel Embiid, e puntellato da una buona panchina, i Sixers si candidano come contender. Dopo la delusione dei playoffs dell’anno scorso, in cui sono andati vicinissimi dal battere i Raptors di Kawhi Leonard, nella prossima stagione ci proveranno di nuovo.

Francesco Catalano
fr.cata7@gmail.com
3 Comments
  • NMis
    Posted at 10:08h, 01 Agosto Rispondi

    Si ma ha 22 anni Korkmaz non 26 🙂

    • Marco Tarantino
      Posted at 10:47h, 01 Agosto Rispondi

      Giustissimo 🙂 Correggiamo subito, scappato un 6 al posto del 2

  • Fernando
    Posted at 10:07h, 01 Agosto Rispondi

    Si ma ha 22 anni Korkmaz non 26 🙂

Post A Comment