fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsLos Angeles Clippers Re del mercato a LA? “I Clippers hanno asset migliori per fare una trade”

Re del mercato a LA? “I Clippers hanno asset migliori per fare una trade”

di Francesco Catalano

Molte voci di mercato delle ultime ore sono legate ai Los Angeles Lakers, ma siamo sicuri che entro la trade deadline non si muoveranno più concretamente i Los Angeles Clippers?

La sfida tra le due squadre di Los Angeles ormai è su tutti i fronti. Il team di LeBron James è saldamente al primo posto della Western Conference, mentre quella di Leonard e George al quarto posto appaiata con Rockets, Nuggets e Jazz. Questo divario è dovuto anche alla scelta maturata dalla franchigia di Steve Ballmer che nei back-to-back ha deciso di far riposare in una delle due partite Kawhi Leonard.

Tuttavia nei due scontri stagionali, uno nella giornata d’apertura e uno a Natale, hanno avuto sempre la meglio i Clippers. Difficile, quindi, dire quale delle due squadre sia più forte al momento. Sta di fatto che entrambe intendono rinforzarsi e puntellare il roster in questa finestra di mercato. Tuttavia, secondo un executive NBA rimasto anonimo, i Clippers sarebbero quelli che hanno gli asset migliori.

Sono in una posizione migliore. Hanno tutto quello che serve se stai cercando degli asset da avere indietro per dei giocatori. Hanno una scelta al Draft, hanno contratti snelli. Sono messi proprio bene; hanno anche giocatori giovani”.

Mentre i Lakers, in eventuali scambi, dovrebbero sacrificare pezzi pregiati come Kyle Kuzma, Danny Green o Avery Bradley; i Clippers possono muoversi molto più agilmente. Infatti, nell’affare che ha portato Paul George a LA, hanno furbescamente trattenuto la loro prima scelta al Draft 2020. Pezzo pregiato in un eventuale scambio. In più hanno giovani promettenti che potrebbero incuriosire le altre franchigie. Come per esempio i due rookie Terance Mann e Mfiondu Kabengele, o come Landry Shamet e Jerome Robinson che sono al loro secondo anno.

E’ noto che la squadra di coach Doc Rivers abbia interesse nel trovare un giocatore che possa aprire il campo per Leonard e George, e che sappia tirare con affidabilità. Un nome caldo è quello di Davis Bertans su cui però hanno puntato gli occhi tante altre squadre. Per di più, gli Wizards avrebbero intenzione di trattenerlo.

Il giocatore perfetto sarebbe Marcus Morris che ha rivelato a Mike Vorkunov di The Athletic di aver rifiutato in estate un triennale da 41 milioni di dollari offertogli dai Clippers. Il giocatore ha poi scelto l’annuale da 15 milioni dei New York Knicks. “Non ho niente a che a che fare con Los Angeles. Personalmente, come giocatore, penso di valere più qui. Con le cose che ho fatto vedere in questi anni, ho pensato che valessi più di quanto mi hanno offerto. Ho scelto i Knicks, ho visto una grande opportunità. Ho voluto scommettere su me stesso e ho pensato che New York sarebbe stata un posto perfetto per me”.

Tuttavia, sembra che i Clippers stiano ancora corteggiando l’ex Celtics che sta viaggiando con 19.1 punti di media a partita col 46.9% dall’arco. Morris ha ribadito ancora una volta di non volersi muovere dalla Grande Mela. Un’altra possibilità per i losangelini potrebbe essere rappresentata da Thaddeus Young che è finito ai margini del progetto dei Bulls.

In ogni caso, i Clippers non resteranno a guardare prima della fine di questa finestra di mercato.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi