fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationMercato NBA, ultime notizie su scambi e trattative New York Knicks pronti ad accollarsi “contratti pesanti” sul mercato

New York Knicks pronti ad accollarsi “contratti pesanti” sul mercato

di Michele Gibin

In un eterno giorno della marmotta, i New York Knicks si ritrovano a iniziare il loro mercato con tanto spazio salariale, un progetto nuovo e nuovi protagonisti (Leon Rose, Tom Thibodeau) con cui ripartire, e una squadra non all’altezza delle avversarie, e da rinforzare.

I due pilastri del roster dei Knicks oggi sono R.J. Barrett e Mitchell Robinson, talento da vendere cui in campo servirà disciplina e soprattutto una guida, una point guard o giocatore che sappia agevolarli. Una figura che i New York Knicks oggi non hanno in nessuno tra i Dennis Smith Jr, Elfrid Payton e Frank Ntilikina.

Al draft 2020, i Knicks avranno la chiamata numero 8, scelta con cui seppur con uno sguardo al ruolo le squadre tendono a puntare sul “miglior giocatore disponibile”, come da manuale. Leon Rose potrebbe dunque puntare al talento di Isaac Okoro da Auburn, o su chi “sopravviverà” tra Tyrese Haliburton, Killian Hayes o Theo Maledon in posizione di point guard.

Il vero obiettivo durante la free agency per i Knicks sarà però trovare una point guard di livello. La migliore su piazza sarà Fred VanVleet, che pare perfetto per New York. Bogdan Bogdanovic l’alternativa migliore, i Knicks una destinazione che il giocatore serbo potrebbe gradire, ma il giocatore sarà restricted free agent, e i Sacramento Kings potrebbero pareggiare un’eventuale offerta.

Come ogni squadra con spazio salariale in vista di mercato e free agency, i New York Knicks avrebbero fatto sapere di essere disposti ad accollarsi contratti pesanti per cercare il giocatore giusto, o scelte future al draft pregiate.

Con un salary cap nella migliore delle ipotesi bloccato sulle cifre attuali per almeno la prossima stagione (non sono attesi incrementi neppure nel 2021), le squadre titolari di contratti pesanti tenteranno la via per scaricarli: Russell Westbrook degli Houston Rockets e Chris Paul degli Oklahoma City Thunder potrebbero diventare disponibili, così come disponibile sarebbe John Wall se le condizioni fisiche della star degli Washington Wizards non fossero l’assillo che purtroppo sono. Discorso analogo vale infine per Blake Griffin, star dei Detroit Pistons in ricostruzione totale.

Nel roster attuale dei Knicks, Bobby Portis (che sarà confermato), Taj Gibson e Wayne Ellington hanno una team option sul 2020\21, che i Knicks dovranno decidere se esercitare. Il secondo anno del contratto di Elfrid Payton è un non garantito, a New York avranno (poco) tempo per decidere se trattenere l’ex Magic e Pelicans.

Il tiratore Reggie Bullock (appena 29 partite la scorsa stagione) è nella medesima situazione di Payton.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi