fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsHouston Rockets Rockets, James Harden ha rifiutato un’estensione di contratto da capogiro

Rockets, James Harden ha rifiutato un’estensione di contratto da capogiro

di Michele Gibin

James Harden avrebbe rifiutato una sontuosa proposta di prolungamento di contratto con gli Houston Rockets da due anni e oltre 103 milioni di dollari oltre la naturale scadenza del suo contratto (2023).

Un’estensione che avrebbe fatto di Harden il primo giocatore NBA della storia con uno stipendio annuo di 50 milioni di dollari, cifra che però non sarebbe servita a convincere l’MVP 2017 a restare a Houston. Harden è infatti sempre più deciso a forzare una trade che lo spedisca ai Brooklyn Nets.

Nessuna trattativa tra Rockets e Nets è però ancora iniziata. Il nuovo management di Houston con a capo Rafael Stone, che ha sostituito il partente Daryl Morey, non avrebbe alcuna fretta di accontentare Harden e Russell Westbrook, e intende iniziare la stagione regolare con entrambe le due star al proprio posto e a disposizione di coach Stephen Silas.

I Rockets hanno concluso nel frattempo un’altra trade, che spedirà Robert Covington ai Portland Trail Blazers in cambio di Trevor Ariza e soprattutto due future prime scelte tra cui la chiamata numero 16 al prossimo draft.

Il contratto di Ariza non è garantito per la stagione 2020\21, e il veterano ex Lakers, Magic e Kings, che nel 2018 giocò in maglia Rockets la finale di conference contro i Golden State Warriors, non resterà in Texas con ogni probabilità.

Rockets: per Harden vogliono contropartita “esagerata”, e se chiedessero Irving?

Come riportato nelle ore scorse, gli Houston Rockets intendono richiedere per James Harden una contropartita davvero importante in termini di giocatori, scelte future e contratti in scadenza, per avviare la inevitabile rifondazione. Come riportato da Adrian Wojnarowski di ESPN è oggi tutt’altro che certo che i Brooklyn Nets possano mettere in piedi una trade che convinca il front office dei texani.

Il “pacchetto” dei Nets sarebbe costruito attorno a giocatori come Spencer Dinwiddie e Caris LeVert, sembra al momento improbabile che Brooklyn possa spingersi fino a proporre Kyrie Irving come contropartita.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi