Sacramento Kings, Cauley-Stein pronto per una qualifying offer da $6.3M
126657
post-template-default,single,single-post,postid-126657,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Sacramento Kings, Cauley-Stein pronto per una qualifying offer da $6.3M, cosa farà Vlade Divac?

Sacramento Kings, Cauley-Stein pronto per una qualifying offer da $6.3M, cosa farà Vlade Divac?

Willie Cauley-Stein, lungo al quarto anno dei Sacramento Kings, ha raggiunto in questa stagione i requisiti per chiedere ed ottenere dalla sua squadra una “qualifying offer” da 6.3 milion di dollari oltre l’ultimo anno dell’attuale contratto, in scadenza il prossimo giugno.

Come riportato da Bobby Marks, esperto di regole salariali NBA per ESPN, Cauley-Stein ha ottenuto tra la stagione passata e la stagione in corso almeno 41 partenze in quintetto, soddifacendo così uno dei criteri base per l’innalzamento della “qualifying offer” ottenibile, sopra la cifra base di 4.4 milioni di dollari.

Willie Cauley-Stein, prodotto di Kentucky, fu selezionato con la scelta numero 6 al draft NBA 2015 dai Sacramento Kings. In quattro stagioni, “WCS” si è imposto come centro titolare della squadra allenata da coach Dave Joerger.

In 25 partite sinora disputate, Cauley-Stein ha viaggiato a 14.1 punti e 8.2 rimbalzi di media, in 28.3 minuti d’impiego, e tirando col 54.3% dal campo. Cauley-Stein è una delle chiavi difensive di una squadra  – i Sacramento Kings – in lotta per un posto nei playoffs della Western Conference. Post season che nella capitale della California manca dal lontano 2006.

L’ex Kentucky Wildcats sarà a fine stagione alla ricerca di un accordo pluriennale, a Sacramento o altrove. I Kings potranno “prendere tempo”, estendendo per una stagione l’attuale contratto, blindare Cauley-Stein con un pluriennale, o lasciar partire il lungo, puntando su Marvin Bagley e sul talento (finora inespresso) di Harry Giles.

Sacramento Kings, un occhio al 2019

 

I sacramento Kings (13-12) di De’Aaron Fox saranno una delle squadre da tenere d’occhio in vista della ricca free agency 2019.

I contratti di Zach Randolph (11.7 milioni di dollari), Iman Shumpert (11 milioni), Kosta Koufos (8.7 milioni) e Ben McLemore (5.4 miloni) sono in scadenza.

Vlade Divac, GM dei Kings, avrà ampio margine di manovra per inseguire uno dei grandi nomi che testeranno la free agency a partire dal prossimo 1 luglio. Una prima parte di stagione positiva, la crescita evidente di Fox, il talento di Marvin Bagley e Bogdan Bogdanovic potrebbero iscrivere i Sacramento Kings alla gara per accaparrarsi un free agent di grido.

I Kings, privi della loro prima scelta al prossimo draft, potrebbero inoltre da qui a febbraio guardare al mercato, cercando di accollarsi contratti in scadenza in cambio di scelte al primo giro.

Michele Gibin
pt.fadeaway@gmail.com

Contributor per NBAPassion.com

No Comments

Post A Comment