fbpx
Home NBAMercato NBA Mercato non ancora chiuso per i Sacramento Kings? Nessun intoccabile

Mercato non ancora chiuso per i Sacramento Kings? Nessun intoccabile

di Michele Gibin

Dopo la trade Ariza-Bazemore con i Portland Trail Blazers, in casa Sacramento Kings potrebbero non essere terminati i movimenti di mercato con Vlade Divac che cerca acquirenti per Dewayne Dedmon, e – chissà – anche per Bogdan Bogdanovic.

Trevor Ariza, Caleb Swanigan e Wenyen Gabriel sono stati spediti a Portland, in una trade che permetterà ai Blazers di risparmiare 12 milioni di dollari sul monte salari e 7 di luxury tax. I Kings hanno ottenuto in cambio i contratti in scadenza di Kent Bazemore e Anthony Tolliver, mossa che andrà a sua volta ad abbassare il salary cap dei californiani che, se il serbo non si muoverà prima, saranno chiamati al rinnovo contrattuale di Bogdan Bogdanovic.

Ariza è risultato spendibile per limare un monte salari impegnativo, con l’estensione contrattuale da 94 milioni di dollari di Buddy Hield che scatterà a a partire dalla prossima stagione, mentre Swanigan e Gabriel non hanno mai trovato posto nelle rotazioni di coach Walton, nemmeno dopo l’infortunio di Richaun Holmes.

Per Dedmon, che ha già reso nota l’intenzione di cambiare aria, i Kings potrebbero accettare altri contratti in scadenza per sforbiciare ulteriormente il payroll, eliminando i restanti 26 milioni di dollari di stipendio ancora dovuti all’ex San Antonio Spurs e risparmiando per il 2021, quando si discuteranno le estensioni contrattuali di De’Aaron Fox e Bagley III.

Come riportato da Sam Amick di The Athletic, gli Atlanta Hawks potrebbero essere interessati a riprendere l’ex Dedmon, un’operazione di mercato più semplice per Travis Schlenk rispetto a Steven Adams o Andre Drummond (che non sarebbe più un obiettivo degli Hawks). Jason Jones del Sacramento Bee si spinge ad ipotizzare come, al momento, nessun giocatore dei Kings a parte Fox, Bagley e Hield, possa ritenersi al riparo da eventuali trade.

Scenario che coinvolgerebbe Bogdanovic, che sarà restricted free agent in estate e che è stato accostato nelle scorse settimane ai Los Angeles Lakers.

Bogdan Bogdanovic

Bogdanovic aveva già rifiutato ad ottobre una proposta di estensione, considerata non sufficiente, ed è probabile che a partire dal primo luglio tante squadre possano proporre al forte giocatore serbo un’offerta importante. Talmente importante da impedire ai Kings e a Vlade Divac di pareggiarla, in uno scenario simile a quello verificatosi con Malcolm Brogdon ed i Milwaukee Bucks nell’estate 2019. Con i soli Hield, Harrison Barnes, l’eventuale nuovo contratto di Bogdanovic ed i rinnovi in arrivo per Fox e Bagley, i Kings potrebbero trovarsi molto vicini alla soglia della luxury tax per gli anni a venire.

I Sacramento Kings ed il proprietario Vivek Ranadivé reputeranno un nucleo siffatto in grado di tornare in pianta stabile ai playoffs della Western Conference? Se la risposta dovesse essere negativa, allora un giocatore con mercato come Bogdan Bogdanovic potrebbe partire già oggi, per evitare di perderlo a luglio per nulla.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi