fbpx
Home NBANBA TeamsBrooklyn Nets I Bucks stritolano i Nets: così non funziona. Intanto si allena anche Durant

I Bucks stritolano i Nets: così non funziona. Intanto si allena anche Durant

di Francesco Catalano

Nel pre-partita di Brooklyn Nets-Milwaukee Bucks, si è allenato al Barclays Center anche Kevin Durant; tuttavia pare impossibile rivederlo quest’anno in campo.

Prima dell’incontro ha infatti sostenuto un workout di 25 minuti, ma è  stato coach Kenny Atkinson subito dopo a smorzare gli animi. “Siamo dov’eravamo prima. Non giocherà quest’anno. Sta facendo progressi. E’ bello vedervi qui ogni giorno. Vedete che sta migliorando. So che quello che sta facendo è estremamente difficile. Non vogliamo mettergli troppa pressione perché è concentrato sulla sua riabilitazione. E’ un ragazzo a cui piace lavorare nell’ombra. Non vuole molta attenzione, ma ci sta dando dentro”.

Nel frattempo lo vediamo spesso a bordocampo a seguire la squadra. Durante i timeout dà consigli ai compagni, li incita e la sua presenza è comunque un valore aggiunto. Lo stesso Atkinson lo ha ribadito. “Quando cammina nello spogliatoio, diventiamo tutti più affabili anche se non sta giocando. Mi piace parlare con lui della partita e sapere le sue opinione riguardo a quello che sta succedendo nella lega. E’ una grande fortuna per me quella di avere intorno un giocatore come lui. E anche per i compagni. Lo adorano”.

E’ della stessa opinione anche l’altro leader della squadra Kyrie Irving, da poco rientrato dal suo infortunio. “La cosa più importante è che abbiamo le stesse intenzioni, lo stesso obiettivo, cioè quello di vincere un titolo qui. E quando dico insieme, intendo l’intera squadra”.

View this post on Instagram

Final from BK

A post shared by Brooklyn Nets (@brooklynnets) on

Con quest’ultima frase l’ex Celtics ha evitato di sollevare un altro polverone dopo le sue ultime dichiarazioni in cui sosteneva che alla squadra mancasse qualcosa. Il suo ritorno in campo, tanto atteso, dopo più di due mesi di lontananza dal campo, non ha portato i frutti sperati. Anche stanotte i Nets hanno subito una sonora lezione dai Bucks di Giannis Antetokounmpo che hanno chiuso il match sul punteggio di 117 a 97.

I Nets non sono mai stati veramente in partita e in campo si è vista tutta la differenza che sussiste al momento tra le due squadre. Da una parte c’era una squadra consolidata, forte e decisa che punta dritto al titolo. Dall’altra un gruppo con tante incognite ed incomprensioni.

Dominatore della serata è stato ancora Antetokounmpo con 29 punti realizzati in 25 minuti di gioco con 12 su 20 dal campo. Ottimo prova anche del solito Khris Middleton coi suoi 20 punti (7 su 12 dal campo e 3 su 5 da tre punti).

In casa Nets, privi di Garrett Temple e DeAndre Jordan per infortunio, le note positive sono ben poche. La figura di Irving non sembra fare bene al gruppo che fatica a ritrovare quella fluidità che aveva nel periodo di novembre e dicembre. La convivenza in campo tra Irving, Spencer Dinwiddie e Caris LeVert sembra più difficile del previsto. E paradossalmente con l’ex Celtics in campo, Dinwiddie fatica a mantenere quella continuità che aveva trovato. Per Kyrie 17 punti con 6 su 15 dal campo e 2 su 6 da tre; per Dinwiddie 11 punti con 3 su 12 dal campo e per LeVert 6 punti con 3 su 13 dal campo.

A Brooklyn è ora di prendere una decisione. Così l’assetto non sembra per nulla funzionare.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi