Ready to Go: Charlotte Hornets davanti ad un anno di transizione
67878
post-template-default,single,single-post,postid-67878,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Ready to Go: Charlotte Hornets

Batum dei Charlotte Hornets

Ready to Go: Charlotte Hornets

Il mercato degli Hornets non è stato affatto esaltante. Non solo hanno perso giocatori importanti tra cui Jefferson, Lee e Lin (oltre ai meno blasonati Daniels, Gutierrez ed Hansbrough) ma quelli che sono entrati sembrano essere destinati alla panchina: Graham, Roberts, Sessions, Tobey e Wood rimarranno probabilmente giocatori di contorno. Tra i neo acquisti presenti in rotazione troviamo Hibbert ed il nostro Belinelli: se per il primo c’è un concreto ballotaggio con Zeller (a vantaggio però di quest’ultimo) sembra che l’azzurro dovrà rassegnarsi a cedere il posto a Batum, che in NBA ha dimostrato di avere qualcosa in più.
Il quintetto più probabile sarà quindi formato da Walker, Batum, Kidd-Gilchrist, Williams e Zeller.

IL PROBABILE QUINTETTO DEGLI HORNETS (Fonte: espn.com)

IL PROBABILE QUINTETTO DEGLI HORNETS (Fonte: espn.com)

 

I CAMBIAMENTI DI GIOCO

 

Molto probabilmente i cambiamenti saranno pochi, quasi nulli. Le caratteristiche dei neo acquisti sono infatti simili a quelle dei partenti, la differenza è perlopiù nell’atteggiamento in campo. Hibbert, come Jefferson, è in fase calante ma le insicurezze accumulate nella stagione a LA potrebbero ritardarne il recupero. Belinelli porta in dote quasi gli stessi punti di Lin ma difficilmente potrà guidare la panchina da solo. Kidd-Gilchrist è reduce da una stagione travagliata in cui ha giocato solo sette partite, Lee era sicuramente più pronto.

 

PREVISIONI CHARLOTTE HORNETS

Charlotte sembra essere un gradino sotto rispetto alla passata stagione, in cui ha concluso al sesto posto. Le avversarie si sono invece rinforzate in maniera convincente: i calabroni rischiano di ronzare lontani dai playoff.
Prima della deadline di febbraio però il GM Rich Cho potrebbe mettere a segno qualche mossa interessante. Lamb, dopo l’arrivo di Belinelli, sembra essere tagliato fuori dal progetto: il suo sacrificio potrebbe servire ad arrivare ad una SG di qualità. La promozione in quintetto di Kaminsky da parte di coach Clifford ha pagato ottimi dividendi nei playoff: aspettiamocela in RS. Non dimentichiamoci poi che il proprietario degli Hornets è Michael Jordan, uno a cui non va spiegato come si vince. Sotto la sua guida siamo certi che gli Hornets possano gettare le basi per un ciclo ricco di soddisfazioni.

Riccardo Olivieri
rik16@hotmail.it
No Comments

Post A Comment