Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsAtlanta Hawks Celtics-Hawks, Dejounte Murray rischia di saltare gara 5

Celtics-Hawks, Dejounte Murray rischia di saltare gara 5

di Michele Gibin

I Boston Celtics si sono portati in vantaggio per 3-1 nella serie di primo turno contro gli Atlanta Hawks con una vittoria per 129-121 alla State Farm Arena, partita decisa dai 31 punti a testa di Jayson Tatum e Jaylen Brown e dal miglior Robert Williams III della stagione, da 13 punti con 15 rimbalzi.

Atlanta ha inseguito i Celtics per tutta la partita e al contrario di gara 3 non è riuscita a fare la differenza nel finale, nonostante un Trae Young ispirato e da 18 punti nel solo quarto quarto, a causa di una difesa non sufficiente, che non riesce mai a impedire a Boston di far girare il pallone e cercare sempre il tiro migliore.

Boston chiude con il 51.7% dal campo e 16 triple a bersaglio, oltre al duo Tatum-Brown ci sono 19 punti di Marcus Smart e 18 punti dell’ormai titolare fisso Derrick White. Dalla panchina coach Mazzulla si affida ai soli Williams III e a Malcolm Brodgon che segnano 27 punti complessivi.

Dall’altra parte Trae Young termina gara 4 con 35 punti e 15 assist, con 11 su 26 dal campo, Dejounte Murray ci aggiunge 23 punti con 9 rimbalzi e 6 assist e De’Andre Hunter chiude a quota 27 punti. E’ la panchina degli Hawks questa volta a rendere poco, con Bogdan Bogdanovic e Onyeka Okongwu poco sfruttati da coach Quin Snyder e un Saddiq Bey impreciso al tiro (2 su 7 per lui).

Atlanta Hawks che rischiano di perdere Dejounte Murray per sospensione per gara 5 a Boston. Subito dopo la sirena finale, l’ex Spurs è andato a protestare con l’arbitro Gediminas Petraitis e lo ha colpito con un “bump” al petto prima di essere allontanato dallo staff di Atlanta, col giocatore livido e ancora frustrato dal risultato.

La dinamica dell’episodio potrebbe portare a una partita di sospensione per Dejounte Murray, la decisione arriverà nelle ore prima di gara 5. In casi simili in precedenza è spesso scattata la sanzione di una partita di squalifica.

Dopo una gara 3 opaca, Jaylen Brown ha deciso per gara 4 di giocare senza la maschera protettiva che indossa da febbraio, dopo che uno scontro fortuito in partita con Tatum gli aveva procurato una frattura alla zigomo. Che abbia avuto un effetto o meno, la mossa pare aver funzionato almeno dal punto di vista psicologico per Brown. “Era una cosa che avevo in testa io, avevo bisogno di cambiare qualcosa“.

Jaylen Brown aveva iniziato la partita con la maschera ma dopo i primi errori al tiro ha deciso di toglierla. “All’inizio non mi sono piaciuti i tiri che ho preso, ho trovato questo modo per resettare un poco. Ha funzionato. Potevo fare altro, cambiare scarpe, asciugarmi le mani di più e togliermi la maschera. Tutto quello che era necessario fare per vincere“. Brown sta anche giocando con un taglio tra le dita della mano destra, che si è procurato facendo giardinaggio prima dell’inizio dei playoffs.

Nulla che lo abbia fermato in gara 4, per lui 12 su 22 al tiro in 42 minuti, con 4 rimbalzi e 3 assist, e 3 su 4 al tiro da tre punti.

You may also like

Lascia un commento