Kemba Walker sull'ipotesi Knicks: "Non ci sto ancora pensando"
126745
post-template-default,single,single-post,postid-126745,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Kemba Walker sull’ipotesi Knicks: “Non ci sto ancora pensando”

Lakers-Kemba Walker-quintetti nba walker lillard

Kemba Walker sull’ipotesi Knicks: “Non ci sto ancora pensando”

Protagonista di un avvio di stagione da incorniciare, Kemba Walker sta facendo la voce grossa, rispondendo con i fatti a chi sostiene che sia un giocatore sopravvalutato o comunque non ancora pronto per essere considerato una vera e propria star.

La point guard classe ’90, infatti, sta letteralmente trascinando gli Charlotte Hornets in zona playoff a suon di prestazioni da capogiro.

Le sue medie di 25.8 punti, 4.4 rimbalzi, 6.2 assist e 1.4 palle recuperate col 44% al tiro e il 35% da dietro l’arco certificano l’esponenziale crescita di un giocatore che a 28 anni è nel meglio della sua carriera e non ha ancora smesso di stupire.

I 60 punti (career-high) messi a referto lo scorso 18 novembre nel match perso all’overtime coi Philadelphia Sixers (122-119), in questo senso, rappresentano la ciliegina sulla torta.

Due volte All-Star (presumibilmente quest’anno parteciperà per la terza volta all’All-Star Game), Walker ha firmato un quadriennale da 48 milioni di dollari nel 2015, dunque la stagione attualmente in corso rappresenta l’ultima del suo accordo con gli Charlotte Hornets.

Il prossimo luglio, il prodotto di UConn sarà unrestricted free agent e firmerà sicuramente un contratto più remunerativo di quello attuale.

Per rapporto qualità-prezzo, infatti, Kemba è uno dei migliori affari di tutta la lega (appena 12 milioni per il 2018-2019), ma è un lusso che la franchigia della Carolina del Nord potrà permettersi ancora per poco.

Attualmente settimi a Est con tredici vittorie e altrettante sconfitte, gli Hornets sono intenzionati a rinnovare a cifre più elevate il proprio principale punto di riferimento, divenuto ormai una vera e propria icona della storia della franchigia.

Gli scenari per il futuro di Kemba

Kemba Walker, selezionato con la nona scelta assoluta dagli allora Charlotte Bobcats al Draft 2011.

In questo senso, però, Charlotte dovrà fare i conti con la concorrenza del mercato, in quanto la free agency 2019 sarà una delle più stravolgenti degli ultimi anni e numerose squadre punteranno sul playmaker nativo del Bronx. Tra queste, spicca la squadra della sua città natale, i New York Knicks, che avranno lo spazio salariale necessario per potersi permettere di ingaggiare Walker e altre star di livello.

“È una delle migliori cinque point guards della lega, senza alcun dubbio.”, ha dichiarato il coach dei Knicks David Fizdale, spendendo parole al miele per uno dei nomi che potrebbero finire presto nel mirino della sua squadra. Tra gli obiettivi della franchigia della Grande Mela, vi sarà inevitabilmente anche il rinnovo della giovane stella lettone Kristaps Porzingis.

“Onestamente non sto ancora pensando alla free agency e per ora non prendo in considerazione la possibilità di trasferirmi altrove, ma è chiaro che giocare per la squadra della propria città, davanti a parenti, amici e persone che mi conoscono da anni, sarebbe fantastico. Penso che sia il sogno di qualsiasi giocatore.”, ha risposto Kemba Walker in merito a un suo possibile approdo, o meglio ritorno, in quel di New York.

Dennis Izzo
dennisizzo13@icloud.com
No Comments

Post A Comment