Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsChicago Bulls Bulls eliminati, DeRozan: “Resto solo se si gioca per vincere”

Bulls eliminati, DeRozan: “Resto solo se si gioca per vincere”

di Michele Gibin

L’agonia sportiva dei Chicago Bulls, e soprattutto dei loro tifosi, è durata una settimana di più grazie ai mirabolanti play-in, ma ora è terminata. Chicago non ha saputo approfittare dell’assenza di Jimmy Butler e Terry Rozier e perso malamente per 112-91 contro i Miami Heat.

DeMar DeRozan è stato l’ultimo a arrendersi in casa Bulls e il solo a aver giocato una partita decente assieme a Nikola Vucevic che ha messo a referto una doppia doppia da 16 punti e 14 rimbalzi. DeMar ha segnato 22 punti con 8 su 16 dal campo in 41 minuti, ma in 1 contro 5 sarebbe stato complesso fare qualcosa per il miglior Michael Jordan.

Chicago aveva chiuso al nono posto la stagione regolare, con 6 vittorie in meno degli Heat ottavi. Una stagione deludente, e caratterizzata dagli infortuni di Zach LaVine e Patrick Williams, e che una sciapa partecipazione ai play-in non può compensare. Lo sa DeMar DeRozan, che sarà free agent in estate e che vuole restare a Chicago, ma che ha delle condizioni da porre per la sua dedizione alla causa.

Io voglio restare qui e l’ho già detto e ripetuto. Ma voglio anche giocare per vincere. E intendo vincere davvero e non avere come prospettiva andare fuori al primo turno se va bene, perché è una cosa frustrante. Io odio perdere e odio mancare delle opportunità, il prossimo anno inizia la mia sedicesima stagione NBA e io non intendo giocare per altri 10 anni. Cosa chiedo? Una squadra che possa giocare per vincere“.

Non sarà semplice. Lonzo Ball potrebbe tornare in campo nella prossima stagione ma ha saltato due anni interi per problemi non indifferenti alle ginocchia, Zach LaVine sarà con ogni probabilità ceduto via trade in estate e anche Nikola Vucevic potrebbe rientrare in discorsi di mercato. Patrick Williams, promettente ma spesso infortunato, sarà restricted free agent e Alex Caruso è eleggibile per un’estensione di contratto, i soli rinnovi per DeRozan e Williams occuperanno tutto lo spazio salariale a disposizione della squadra.

I Chicago Bulls hanno disputato i playoffs solo una volta negli ultimi 7 anni, nel 2022, e per il secondo anno di fila hanno perso ai play-in, sempre contro Miami.

You may also like

Lascia un commento