fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsBoston Celtics I Celtics affondano i Bucks: tripla di Tatum e poi errore decisivo ai liberi di Giannis

I Celtics affondano i Bucks: tripla di Tatum e poi errore decisivo ai liberi di Giannis

di Lorenzo Brancati

Inizia in qualche modo sulla falsariga di quanto visto solo poche settimane fa nella bolla NBA la nuova stagione di Boston Celtics e Milwaukee Bucks. I primi superano gli ospiti di serata per 121-122, e decisiva negli ultimi 5 secondi è stata proprio la sfida tra i due giocatori chiave: Jayson Tatum e Giannis Antetokounmpo.

Prima, infatti, il numero 0 dei Celtics aveva segnato una tripla di tabella che, proprio sulla marcatura del greco, aveva portato i suoi avanti 120-122 con 0.4 secondi da giocare. Poi, però, sulla rimessa lanciata disperatamente verso canestro dai suoi, Giannis si era guadagnato un fallo e due preziosissimi liberi. Liberi che però non è riuscito a capitalizzare, stampando il secondo sul primo ferro e sancendo la sconfitta dei suoi. A nulla è servita la rimonta che li aveva visti recuperare i 16 punti di svantaggio accumulati a soli 11 minuti dalla fine del quarto quarto. 

Celtics e Bucks tra vecchi leader e volti nuovi

Ancora una prova da leader per Tatum, che si prende 28 tiri e ne segna 12 per un totale di 30 punti, 7 rimbalzi, 2 assist e 2 palle rubate. Non è solo però, con Jaylen Brown che ne tiene il ritmo per tutta la gara, chiudendo con 33 punti. Positivi poi gli esordi di Tristan Thompson, per lui partenza in quintetto e 22 minuti sul parquet riempiti da 12 punti e 8 rimbalzi, e Jeff Teague, che esce dalla panchina segnando 19 punti e smistando 4 assist in 25 minuti.

Il solito Giannis chiude invece con 35 punti, 13 rimbalzi e 2 stoppate, affiancato dal fido Khris Middleton, che fa registrare 27 punti e 14 rimbalzi e dal nuovo fondamentale innesto Jrue Holiday, che a poco più di un minuto dalla fine aveva segnato la tripla in step-back del 120-119. Holiday ha chiuso con 25 punti, 6 rimbalzi, 3 assist e 2 palle rubate. Non brillano i nuovi arrivati Bryn Forbes e Bobby Portis, quest’ultimo con un pesante plus/minus di -16.

Gli episodi visti con gli occhi dei protagonisti

“Sono molto arrabbiato del mio errore.” ha commentato il greco dopo il libero decisivo “Ma ormai ciò che è fatto è fatto. Spero che la prossima volta riuscirò a segnare in queste situazioni. Io ho una mentalità da vincente, ma in quei momenti senti sulle spalle il peso di dover segnare per tutti i compagni.”

Toni decisamente diversi per Tatum, che celebra invece il tiro decisivo messo a segno: “Fin da quando ero bambino ho sempre sognato di trovarmi in una posizione simile. Che entri o no, è ciò per cui mi alleno. Vuoi solo trovarti in quella situazione.

Tripla di tabella che è andata a bersaglio nonostante una difesa attenta di Giannis, come ha sottolineato il capo allenatore dei Bucks Mike Budenholzer: “A parte il fatto che la palla è entrata, non penso avremmo potuto difendere molto meglio di così. Giannis aveva fatto un gran lavoro, ma i meriti vanno a Tatum che ha fatto in gran canestro in un momento decisivo.”

Ora entrambe le squadre saranno impegnate nuovamente durante il Christmas Day, con i Bucks che dovranno vedersela con i Golden State Warriors e i Celtics proprio con la squadra che ha fermato Steph Curry e compagni due notti fa, i Brooklyn Nets, in uno scontro che sa già di fasi calde playoffs nella Eastern Conference. 

Potrebbe interessarti anche

1 Commenta

Giorgio 24 Dicembre 2020 - 13:27

Finalmente, dopo anni di attesa, vediamo i Jays senza limitazioni, pronti a trascinare la squadra allo step decisivo.
Ottima idea di Brad Stevens di giocare insieme con Thompson e Theiss, con quest’ultimo da ala e non più da centro, com’è naturale che sia.
I blocchi dei due giocatori per schiacciare la difesa e lasciare prezioso spazio al tiro a Brown e Tatum hanno sostituito il solito doppio pick and roll dell’anno scorso?
Bravo Smart a far girare il gioco e Teague sembra trovarsi al posto giusto nel momento giusto.
Ottimo inizio dei biancoverdi.
Ah, il fallo fischiato su Giannis è stato pura invenzione degli arbitri, meno male che il secondo libero non è entrato..

Rispondi

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi