fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsDallas Mavericks I Clippers ridimensionano i Mavs, Paul George: “La nostra difesa fa paura”

I Clippers ridimensionano i Mavs, Paul George: “La nostra difesa fa paura”

di Michele Gibin

Luka Doncic e i Mavs si infrangono contro i Los Angeles Clippers, che sbanca l’American Airlines Center di Dallas con un 114-99 che non ammette repliche.

I Clippers limitano il fuoriclasse sloveno a “soli” 22 punti, con 4 su 14 al tiro, 6 rimbalzi, 8 assist e nessun tiro da tre punti a bersaglio (o su 8), mentre Kawhi Leonard, Paul George, Lou Williams e Montrezl Harrell fanno valere tutto il peso della loro esperienza. La partita non ha quasi mai storia, i Clips scattano in avanti di 16 punti all’intervallo lungo, con la panchina di coach Rivers che nel solo primo quarto ha già segnato 16 punti.

Nel secondo tempo, i Clippers controllano, tengono le star avversarie Doncic e Porzingis a soli 37 punti complessivi, con 8 su 27 al tiro: “Loro giocano per il titolo NBA, e stasera hanno giocato come se fosse stata una partita di playoffs, sono stati aggressivi e ci hanno fatto vedere quanta strada dobbiamo ancora fare per competere in partite come queste“Così il lungo lettone dei Mavs “Sapevano che siamo una buona squadra, che siamo in un buon momento, e ci sono saltati addosso da subito”.

La mia partita? Non sto tirando bene, e non sto giocando come vorrei, c’è ancora tanto da lavorare, da parte mia e come gruppo

Clippers-Mavs, George: “La nostra difesa fa già paura”

Ed è la difesa il motivo di vanto della sua squadra fin qui, per Paul George, autore di una gara da 26 punti, di cui 17 nel solo primo quarto, e ben 6 recuperi difensivi (8 su 21 al tiro): “In attacco stiamo ancora facendo esperimenti e imparando, ma in difesa le cose funzionano già a livello istintivo. Miglioriamo a vista d’occhio, ci muoviamo già senza pensare, istintivamente. Stiamo creando delle buone abitudini difensive, e questo è inquietante se sei un avversario che deve giocarci contro“.

Doncic? Sappiamo che lui è il motore della squadra, da lui parte tutto: va a rimbalzo, crea gioco. Noi abbiamo provato a farlo lavorare in attacco,a sfiancarlo

Coach Rick Carlisle ha posto l’accento nel post gara sul livello di intensità fisica messo in campo dai Clippers. Luka Doncic ha tentato ben 16 tiri liberi nella sua partita, ma il “trattamento speciale” riservato per lui dagli esterni avversari ha finito per innervosire lo sloveno: “Hanno attaccato Luka con due o tre colpi duri all’inizio, le squadre tendono a giocare fisico contro di lui, per fargli sentire i contatti, e perché no buttarlo a terra, se si può. Una cosa che può farti uscire dalla partita, ma lui è rimasto lì, non ha permesso che la frustrazione e gli arbitri lo condizionassero”.

I Clippers hanno probabilmente le due ali difensive più fisiche ed atletiche oggi, sono grossi, forti, hanno le braccia lunghe e sono giocatori tecnici

“Noi siamo questi” Prosegue George “La nostra difesa è il punto di forza. Possiamo fare tanti punti, ma vogliamo per prima cosa rendere la vita difficile a chi ci sta di fronte, sera dopo sera (…) stiamo diventando una delle squadre più fisiche della lega”.

Per LA, 28 punti, 8 rimbalzi e 4 assist in 28 minuti di gioco per Kawhi Leonard, 21 i punti in uscita dalla panchina per il solito Lou Williams, con 7 su 14 al tiro, 6 rimbalzi e 6 assist. I Clippers tirano con pecentuali non entusiasmanti (42.3% dal campo) ma controllano a rimbalzo e forzano ben 20 palle perse di squadra dei Mavs (7 per il solo Doncic).

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi