fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Nuovo stop per Isaiah Thomas: sarà out dalle 6 alle 8 settimane

Nuovo stop per Isaiah Thomas: sarà out dalle 6 alle 8 settimane

di Francesco Catalano

Continua il calvario per Isaiah Thomas: ennesimo stop per il nuovo giocatore degli Washington Wizards. Nella giornata di mercoledì il team della capitale ha fatto sapere che il neo-acquisto si è sottoposto ad un intervento al pollice sinistro dopo la rottura del legamento radiale collaterale.

L’infortunio è stato subito lunedì durante i primi workout della franchigia e i tempi stimati per il rientro del giocatore oscillano tra le sei e le otto settimane.

Il nuovo ruolo di Isaiah Thomas agli Wizards e l’inaspettato stop

Un’altra brutta tegola per il prodotto degli Washington Huskies che dopo il periodo magico a Boston sembra non essersi più ripreso. Dopo quella straordinaria avventura ha girovagato per numerose squadre senza però riuscire a tornare ai livelli messi in mostra in precedenza. E’ stato soprattutto martoriato dai costanti infortuni che non gli hanno permesso di recuperare la forma fisica ottimale. Nella scorsa stagione, causa un problema all’anca, ha disputato solamente dodici gare coi Denver Nuggets, e non ha avuto nessuna chance di giocare nella post-season.

Con gli Wizards ha firmato un contratto annuale al minimo salariale sperando che questa sia la stagione del suo rilancio. Anche la franchigia di Ted Leonsis conta molto su di lui, infatti gli ha fin da subito affidato un ruolo di rilievo nelle rotazioni. Dovrà innanzitutto sostituire John Wall che salterà l’intera stagione a causa della rottura del tendine d’Achille. Poi avrà l’arduo compito di affiancare Bradley Beal e di trainare la squadra e i giovani del gruppo.

Questo inaspettato infortunio altera un po’ i piani della società, tuttavia il GM Tommy Sheppard si dice fiducioso:

Questo è stato uno spiacevole contrattempo per Isaiah (Thomas, ndr), ma con l’intervento e la migliore cura che riceverà dal nostro staff medico, ci aspettiamo che si riprenda benissimo. Nel frattempo, continuerà a dare consigli alle nostre giovani guardie e ad avere un impatto positivo sulla squadra con l’inizio del training camp

Non dovrebbe essere quindi un infortunio con strascichi a venire, per cui contiamo di rivedere presto in campo l’Isaiah Thomas che conosciamo.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi