LeBron James dopo Lakers-Bucks: "Vincere o perdere, esiste solo questo"
132821
post-template-default,single,single-post,postid-132821,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

LeBron James dopo Lakers-Bucks: “Onestamente, l’abbiamo buttata. Oggi è solo vincere o perdere”

Rajon Rondo and LeBron James, Los Angeles Lakers vs Golden State Warriors at Oracle Arena

LeBron James dopo Lakers-Bucks: “Onestamente, l’abbiamo buttata. Oggi è solo vincere o perdere”

I Milwaukee Bucks di Eric Bledsoe e Giannis Antetokounmpo posano un altro blocco di roccia sulla strada per i playoffs dei Los Angeles Lakers, sbancando lo Staples Center di L.A. con una vittoria in rimonta, e nonostante la prova accorta dei padroni di casa.

 

Troppo forti e troppo vari i Bucks per le attuali possibilità dei Los Angeles Lakers di un LeBron James che sfiora la tripla doppia, e di un Brandon Ingram da 28 punti a partita nelle ultime cinque gare disputate.

 

I 31 punti di Eric Bledsoe ed i 21 di Malcom Brogdon sopperiscono alla serata “normale” di Antetokounmpo (doppia doppia da 15 punti e 16 rimbalzi), in amministrazione controllata a causa di un recente fastidio al ginocchio destro.

 

LeBron James: “Vincere o perdere, si tratta di questo. Io e Giannis? Diversi”

 

Nel post partita, LeBron James cerca di vedere il bicchiere mezzo pieno nella buona prova dei suoi, sebbene il 3 volte campione NBA  sia consapevole dell’occasione persa, a sole 19 partite dalla fine della regular season e con i Los Angeles Lakers (30-32) a ben 3 partite e mezzo di distanza dall’ottavo posto nella Western Conference:

 

L’abbiamo buttata, onestamente. Ora per noi si tratta solo di vincere o perdere, e non di pensare al futuro ed al progetto, che rimangono comunque importanti. Dobbiamo affrontare il presente, ed il presente ci dice che domani abbiamo una partita da vincere. Non possiamo accontentarci di aver giocato bene per tre quarti contro i Bucks. Domani (sabato notte, ndr) contro i Phoenix Suns dovremo essere in grado di ripartire da zero

 

– LeBron James sui Lakers –

 

 

Come riportato da ESPN, la partita di venerdì notte è stata la settima partita persa in stagione dai Los Angeles Lakers dopo aver sprecato un vantaggio un doppia cifra durante il secondo tempo (seconda peggior prestazione dietro agli orlando Magic, a quota nove).

 

Mi prendo le mie responsabilità” Così coach Luke Walton a fine gara a proposito di una delle giocate chiave della partita, una palla persa su rimessa da fondo campo sul +3 Bucks a due minuti dal termineNon ho chiamato un secondo timeout nonostante le difficoltà sulla rimessa, ed abbiamo perso il pallone. Ho peccato di superficialità. Una palla persa grave, loro ci hanno pressato a tutto campo ed avrei dovuto chiamare timeout (…) credo che abbiamo giocato una buona partita contro una delle migliori difese della NBA, ma per qualche ragione ci siamo disuniti nel finale. Dobbiamo essere in grado di vincere tutte le partite, contro ogni tipo di avversario

 

LeBron James ha speso alcune parole sul paragone con il 25enne Giannis Antetokounmpo, ideale “erede” tecnico dell’ex giocatore dei Cleveland Cavs:

 

Sono situazioni diverse. A 23 anni io stavo cercando di alzare il livello di una franchigia (i Cleveland Cavs, ndr), e coltivavo il mio obiettivo di diventare il più grande giocatore di tutti i tempi. All’epoca avevo già giocato una finale NBA e cercavo di diventare un buon leader sia dentro che fuori dal campo. Quando hai 23 anni stai ancora sostanzialmente cercando di capire chi sei, io cercavo di essere il miglior leader possibile per la mia squadra

 

Michele Gibin
pt.fadeaway@gmail.com

Contributor per NBAPassion.com

No Comments

Post A Comment