fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsIndiana Pacers Media Day, Oladipo: “I Pacers sono la squadra più forte ad Est”

Media Day, Oladipo: “I Pacers sono la squadra più forte ad Est”

di Lorenzo Brancati

Come ogni anno, tra conferenze stampa e servizi fotografici di rito, le squadre NBA si calano nella stagione con il loro Media Day, e non è stato altrimenti per gli Indiana Pacers di Victor Oladipo. Il “Most Improved Player” del 2018 manca dai parquet da gennaio, quando si ruppe il quadricipite, ma è comunque estremamente fiducioso:

Penso che siamo la squadra più forte ad Est. Non mi interessa chi ha aggiunto chi, o chi gioca in quale squadra. Chiamatemi pazzo, avanti chiamatemi pazzo. Non mi interessa proprio.

Come riportato da Taylor Tannebaum, Oladipo ha anche parlato del suo lungo recupero dall’infortunio“Voglio solo migliorare quotidianamente. Non posso controllare il futuro. Tutto quello che posso controllare è qui ed ora” ha poi continuato Sono concentrato solo sul rinforzare il mio ginocchio.” 

Il giocatore è ai box da gennaio, e al momento il suo recupero non prevede tabelle di marcia precise. In ogni caso, ha già dimostrato di avere tutta la voglia di tornare al massimo della forma, sebbene questi mesi non siano stati facili, come ha raccontato: “La guarigione non è stata facile, ma ho Dio dalla mia parte. Come potrei dirlo e poi abbandonarlo nel mio momento più buio?” ha voluto sottolineare “Non mi comporterei tanto bene quanto predico di fare.”

Del recupero e dei primi contatti con il campo di Oladipo ha parlato anche Coach Nate McMillan“Alle 8 di mattina è lì con le cuffie a cantare e tirare. Per il momento però non farà nulla di tutto ciò in diretta.” Il capo allenatore ha poi anticipato che la partecipazione del suo uomo di punta ad allenamenti e riscaldamenti di squadra potrebbe essere più vicina di quanto ci si possa aspettare, ma anche che è tutto ancora da definire.

Durante l’estate i Pacers hanno perso un giocatore importante come Bojan Bogdanovic, ma hanno guadagnato diversi nuovi profili interessanti. Su tutti, si è unito alla causa Malcom Brogdon, oltre ai sempre utili TJ Warren e Jeremy Lamb, accompagnati da TJ McConnell e dall’interessante pescata alla diciottesima scelta del Draft del lungo Goga Bitadze.

La franchigia di Indianapolis non supera il primo round dei playoffs dal 2014, ma questo potrebbe essere l’anno buono. Per quanto di parte possano essere le parole di Oladipo, i Pacers non sono da sottovalutare. Diverse delle principali contender della Eastern Conference hanno perso pezzi importanti o sono state ristrutturate, e in questa situazione Indiana potrebbe davvero dire la sua.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi