fbpx
Home NBANBA TeamsLos Angeles Clippers Morte Bryant, Lakers-Clippers rinviata: “I ragazzi non pronti a giocare”

Morte Bryant, Lakers-Clippers rinviata: “I ragazzi non pronti a giocare”

di Michele Gibin

In seguito alla tragica scomparsa a soli 41 anni di Kobe Bryant, la partita tra Los Angeles Lakers e Los Angeles Clippers è stata rinviata, lo ha deciso la NBA accogliendo la richiesta dei Lakers: “La squadra non è in questo momento semplicemente in grado di giocare a pallacanestro“.

A riportare la notizia è Shams Charania di The Athletic. La partita si sarebbe dovuta giocare nella notte italiana tra martedì e mercoledì, i Clippers hanno accettato senza remore la richiesta dei Los Angeles Lakers.

La squadra aveva appreso in volo di ritorno dal Philadelphia della morte di Kobe Bryant, della figlia Gianna Maria, di John, Keri e Alyssa Altobelli, e di Sarah e Peyton Chester, e del pilota dell’elicottero. I network USA avevano diffuso i video a distanza dello sbarco a Los Angeles dei Lakers, e testimoniato il dolore dei giocatori, di LeBron James in lacrime.

James aveva superato solo il giorno precedente Kobe Bryant al terzo posto nella classifica dei migliori marcatori NBA ogni epoca. La NBA ha rinviato la partita “in rispetto del grande dolore e del momento difficile che ha travolto i Los Angeles Lakers dopo la morte di Kobe Bryant, delle figlia Gianna Maria e delle altre 7 persone coinvolte nell’incidente di domenica“. L’elicottero di Kobe Bryant si è schiantato, forse a causa della scarsa visibilità dovuta alla nebbia, sulle colline sopra Calabasas, Contea di Los Angeles.

Alcuni dettagli, riportati da Charania, parlano di un’ultima conversazione telefonica avvenuta tra James e Bryant sabato, sole poche ore prima dell’incidente aereo, conversazione cui hanno preso parte diversi giocatori dei Lakers. Sin dai primi minuti dopo la diffusione della notizia della morte di Bryant, riportata per prima dal network USA TMZ, centinaia di persone si sono riversate sul luogo dello schianto, e davanti allo Staples Center di Los Angeles per portare il loro omaggio a Bryant ed alle vittime.

La connessione tra i Lakers e Kobe Bryant è profonda, Kobe ha indossato per 20 stagioni la maglia giallo-viola, l’attuale vice presidente della squadra Rob Pelinka è stato per anni l’agente di Kobe, ed il padrino della figlia Gianna Maria, scomparsa domenica.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi