Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsMilwaukee Bucks Bucks, Rivers preoccupato per Giannis: “Avrei voluto sostituirlo”

Bucks, Rivers preoccupato per Giannis: “Avrei voluto sostituirlo”

di Lorenzo Razzetti

Continua il momento di difficoltà per Milwaukee. Non solo perché questa notte è arrivata la 4° sconfitta nelle ultime 5 partite. Sembrerebbe infatti che Antetokounmpo non sia al massimo della forma. Nonostante un fastidio al tendine del ginocchio, Giannis ha deciso di rimanere in campo, senza riuscire però a trovare la vittoria contro dei rimaneggiati Grizzlies. Doc Rivers in particolare è parso preoccupato per le condizioni del greco, tanto da pensare durante la partita di sostituirlo.

“Pensavo che fosse esausto. Come allenatore, a volte devi prendere scelte difficili ha detto. “Continuavano a dire che stava bene, ma io ho gli occhi. E non mi piaceva il modo in cui si muoveva in campo ed è per questo che l’ho tirato fuori una volta prima nel terzo quarto. Continuava a chiedere di tornare indietro ed i medici hanno detto che stava bene, quindi è rientrato. Ma onestamente avrei preferito dire di no.”

Con i Playoff ormai alle porte, un’eventuale dipartita da parte di Antetokounmpo metterebbe infatti a rischio tutta la stagione dei Bucks. Scenario che coach Rivers vuole assolutamente evitare, facendo di tutto per preservare la salute della sua superstar. 

Il brutto momento di Milwaukee

Sfortunatamente la salute di Giannis non è l’unica preoccupazione di Doc Rivers in questo momento. A poco più di due settimane dall’inizio dei playoffs i Bucks stanno vivendo un pessimo momento, dimostrando in più situazioni di essere poco coesi. Soprattutto la difesa, da sempre fiore all’occhiello della squadra, lungo la stagione è parsa più volte vacillante. In ottica postseason sarà un aspetto sicuramente da migliorare, se Giannis e compagni vogliono sperare in un percorso lungo. Ma al momento il pensiero più assillante per Milwaukee è di cercare in queste poche partite di regular season di non farsi soffiare il 2° posto ad Est. Sia Cleveland che Orlando sono a meno di 2 partite di distanza, pronte a cercare il miglior accoppiamento possibile in ottica playoffs. 

You may also like

Lascia un commento