fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsBrooklyn Nets Brooklyn Nets, parla Sean Marks: “Mercato? Siamo flessibili, KD ha ancora fame”

Brooklyn Nets, parla Sean Marks: “Mercato? Siamo flessibili, KD ha ancora fame”

di Michele Gibin

In questo inizio di mercato NBA, i Brooklyn Nets non sono certo stati a guardare e attendere sviluppi sulla questione James Harden, ma hanno fatto piccoli movimenti che hanno modificato la panchina per coach Steve Nash.

Dai Detroit Pistons in cambio di Dzanan Musa è arrivato Bruce Brown, reduce da una seconda stagione NBA solida a in Michigan e sicuramente un giocatore più pronto del bosniaco Musa.

In sede di draft, i Nets hanno ottenuto con una trade a tre squadre Landry Shamet dai Los Angeles Clippers, e la seconda scelta Reggie Perry in uno scambio che ha spedito Luke Kennard ai Clippers.

Non c’è mai un momento di noia“, così il general manager della squadra Sean Marks a YES Network parla del mercato “E quando guardiamo a tutti questi rumors e voci ci si rende conto di quanto sia cambiata la nostra organizzazione, di quanta strada abbia fatto. Ci piace tantissimo la nostra squadra, e non solo perché ci sono Kevin Durant e Kyrie Irving, o Jarrett Allen e Caris LeVert (…) questo business è un po’ pazzo, le notizie e le novità si susseguono sempre, c’è bisogno di essere sempre flessibili e pronti, nel tempo“.

Brooklyn Nets, Sean Marks su Durant: “Non vedo l’ora, KD ha fame di tornare”

Bocche naturalmente cucite su James Harden, che avrebbe deciso di lasciare i Rockets solo ed esclusivamente per trasferirsi a Brooklyn assieme all’amico Durant. Una trade che al momento è davvero difficile da immaginare.

Kevin Durant che è finalmente pronto per tornare in campo, a ormai 18 mesi dall’infortunio del giugno 2019. “Non credo esista persona più felice di me nel vederlo ritornare in campo“, spiega Marks “I ragazzi sono tornati in palestra da un paio di giorni, e i primi feedback dai nostri preparatori atletici sono fantastici, sono in grande forma. E so che hanno fame, si tratta di far rispettare quello che hanno voluto venendo qui, costruire qualcosa di speciale e che duri nel tempo. e si sono messi nella posizione migliore per farlo (…) il modo in cui Durant ha attaccato la sua riabilitazione nell’ultimo anno, è stato rimarchevole. Tutti noi siamo impazienti di rivederlo in campo, ma la nostra attesa è nulla in confronto alla sua voglia di riprendere“.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da NBA Passion (@nbapassion_com)

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi