Warriors, risonanza magnetica per Cousins, Bogut pronto al debutto
134101
post-template-default,single,single-post,postid-134101,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Warriors, risonanza magnetica per DeMarcus Cousins, Andrew Bogut pronto al debutto

Warriors, risonanza magnetica per DeMarcus Cousins, Andrew Bogut pronto al debutto

DeMarcus Cousins sarà sottoposto a risonanza magnetica al piede destro, secondo quanto annunciato dai Golden State Warriors a Nick Friedell di ESPN.

Il lungo degli Warriors aveva accusato un problema alla caviglia destra nella gara contro gli Oklahoma City Thunder, ed era stato costretto ad abbandonare il campo nel quarto periodo.

La presenza di Cousins risulta pertanto in dubbio per la gara contro i San Antonio Spurs di lunedì. Gli Warriors agiranno con estrema cautela, per non rischiare di incorrere in ricadute dopo il terribile infortunio al tendine d’Achille sinistro dello scorso anno.

In 21 gare con gli Warriors, Cousins ha viaggiato sinora a 15.6 punti, 7.9 rimbalzi e 3.6 assist di media.

Dopo aver lasciato i New Orleans Pelicans per giocarsi le proprie chance di vincere un anello a Oakland, Cousins è chiamato a tornare ai livelli pre infortunio, per coprire quella che forse è l’unica lacuna nel sistema Warriors, ossia il ruolo del centro.

Dopo un inizio a minutaggio limitato, “Boogie” sembra essersi ambientato al meglio dalle parti della Baia, e sta entrando sempre di più nei meccanismi del gioco degli uomini di Steve Kerr. La speranza egli Warriors è che quel che è successo contro Oklahoma abbia provocato solo un grande spavento, e non abbia intaccato la fiducia nel ritorno di uno dei lunghi NBA più efficaci degli ultimi anni nella NBA.

Golden State Warriors, Bogut pronto al debutto

Dopo una settimana dalla firma per un contratto sino al termine della stagione, pare essere arrivato in casa Warriors il momento dell’esordio stagionale per Andrew Bogut.

Il lungo australiano aveva fatto ritorno in patria per giocare con i Sidney Kings nell’aprile del 2018. In Australia, Bogut è stato nominato MVP della NBL (la massima lega australiana), ma la corsa dei suoi Kings si è fermata in semifinale, con una sconfitta per 2-0 per mano dei Melbourne United, poi laureatisi campioni.

Al termine della stagione, l’ex giocatore dei Milwaukee Bucks ha accettato l’offerta dei Golden State Warriors, squadra in cui Bogut aveva già militato dal 2012 al 2016. Andrew Bogut potrebbe dunque fare il suo nuovo esordio in maglia Warriors già nella serata di lunedì all’AT&T Center di San Antonio, dopo una settimana di preparazione.

Giuseppe Russo
Giuseppe.ru89@gmail.com

29enne molisano, laureato in informatica e con una innata passione per gli sport e il giornalismo

No Comments

Post A Comment