Westbrook nella storia, 20-20-21, record eguagliato e dedica speciale
135445
post-template-default,single,single-post,postid-135445,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Westbrook nella storia, 20-20-21, record eguagliato e dedica speciale

Westbrook nella storia, 20-20-21, record eguagliato e dedica speciale

La partita della notte tra Los Angeles Lakers e Oklahoma City Thunder non sembrava avesse nulla da raccontare. Invece, nel risultato di 103-119, ad emergere è stata una stat-line fatta registrare da Russell Westbrook, un record eguagliato.

Il Playmaker con il numero 0 ha infatti messo a referto: 20 punti, 20 rimbalzi e 21 assist. E’ solo il secondo nella storia a riuscire a registrare una tripla doppia “doppia”, ovvero con tre voci da 20 o più. L’unico giocatore a riuscirci prima era stato Wilt Chamberlain, con un 22-25-21.

Westbrook ha inoltre agganciato il centro per numero di partite da 15-15-15, 8, solo Oscar Robertson ne ha di più: 14.

Il giocatore di OKC si conferma così il massimo esponente moderno della tripla doppia. Dopo aver sdoganato il record di Robertson per una stagione intera con una tripla doppia di media, nel 2016-2017, oggi si appresta a concludere la terza annata di fila con questa peculiarità.

Tutto questo tuttavia non cancella i problemi dei Thunder, che continuano a fare fatica soprattutto nei primi tempi delle partite,. Sono andati infatti all’intervallo in svantaggio per 17 volte su 20 dopo l’All-star Weekend. Ad oggi la situazione in vista Post-season non è delle migliori, considerando che gli avversari di stanotte erano i Lakers ridotti ai minimi termini.

Nipsey questo è per te!

Negli ultimi giorni è venuto a mancare il rapper di Los Angeles Nipsey Hussle, molto vicino all’ambiente NBA. Era, tra gli altri, un amico stretto di Westbrook, suo concittadino.

Coach Billy Donovan ha commentato così la situazione:

So che ha perso un amico. Per alcuni ragazzi della squadra è stato difficile. Per Russell so che è qualcosa che significava molto per lui”

Paul George ha voluto esprimere i suoi sentimenti con un Twitt:

Lo stesso Westbrook ha commentato la sua tripla doppia a fine partita:

“Questa partita non era per me, ma per mio fratello, Nipsey. 20+20+20, chi deve sapere sa cosa significa”

Nipsey Hussle faceva infatti parte di una gang storica di Los Angeles, i Rollin’ 60s Neighborhood Crips.

Lorenzo Brancati
lolbra99@gmail.com

Malato di sport a 360 gradi. Seguo e faccio finta di capire di diversi sport, dal basket al calcio, fino ai motori, passando per il football americano e il baseball. Mi piace leggere e provare a scrivere farneticazioni a riguardo. Aspettando Godot, mi diverto a giocare con le parole e la palla a spicchi.

No Comments

Post A Comment